lunedì 29 luglio 2013

L'estate che non mi aspettavo...ed il Contest Diventa Chef Primo d' Italia

Ciao a tutte/i
lo so non vincerò certo il premio come la food blogger con più costanza nella rete, ma questa è un' estate "particolare" dove la mia presenza in cucina è distratta da altre cose che non mi aspettavo e  che stanno occupando la mia vita, ed anche l'estate delle collabarazioni che non mi aspettavano e che mi hanno resa davvero felice ed orgogliosa, ovvero insieme ad altre 5 food blogger sarò la  giurata per un contest ideato in collaborazione con Social Drop da "I primi d' Italia", il Festival nazionale che si terrà a Foligno (Pg) dal 26-29 settembre 2013.
Quest'anno il festival che compie 15 anni butta l'occhio al mondo 2.0 oramai la cucina è parte integrante della rete e così ha ideato dei contest interessanti e divertenti che invitano a mettersi in gioco con uno dei piatti tipici italiani a cui non possiamo rinunciare: la Pasta!!!

Il contest in questione si chiama "Diventa Chef Primo d'Italia" da 15/07 al 30/08 e partecipare è semplicissimo, non dovete avere necessariamente un blog, ma basta un profilo facebook, scegliete gli ingredienti base della Vs regione che trovate anche qui sotto elencati e create un primo piatto bello da mangiare e bello da fotografare!
Avrete la possibilità di vincere un soggiorno gratuito a Foligno durante il festival e la possibilità di cucinare dal vivo la vostra ricetta vincitrice.
Per tutte le informazioni ed il regolamento andate su http://www.iprimiditalia.it/ o https://www.facebook.com/festivaliprimiditalia



Ed io a proposito di primi piatti vi lascio con queste linguine con un classico ragù di carne profumato all'alloro e timo che ho cucinato qualche domenica fa. Buonissime!!!
A me e mio marito piace con tanto ragù così poi possiamo fare la...scarpetta!! :)

Romy Chef's Blog


venerdì 14 giugno 2013

Che il mio cambio look abbia inizio e la Caponata di melanzane a modo mio

" Oh mio Dio ma stai benissimo!!" Ma no dai girati fatti vedere ma sono cortissimi!!!" " Ma che bella che sei il corto è il tuo taglio"!!! " Che schianto!!!" "Sembri un'altra!!!" ....Non sono impazzita questi sono alcuni dei commenti che ho ricevuto dopo il mio taglio capelli radicale di questi giorni! Grazie troppo buoni divento tutta rossa ora! Perchè non sembra ma io sono una timida - insicura e tutti questi elogi mi imbarazzano, ma mi fanno strapiacere!!! :D
Proprio così sto cambiando look, il motivo?! No tranquilli non ho divorziato (al numero uno del taglio di capelli di una donna di solito c'è la fine di una storia) ho semplicemente deciso che a 34 anni voglio cambiare. Ed il mio cambio avviene perchè ho voglia di rinascere, sono anni che la mia vita per tanti motivi, salute, lavoro, distanze, cambiamenti è fatta di paure, ansie, preoccupazioni, è da gennaio che anche la mia salute ne ha risentito e mi ha buttato a terra, stare mesi a casa senza fare nulla mi ha debilitato mentalmente e fisicamente. Mi specchiavo e dicevo: "ma chi è quella lì con l'occhio spento, con i capelli all' Anna Mazzamauro (con il tutto il rispetto per lei come attrice, ma poretta anche lei con i capelli ha il suo bel da fare!) sempre struccata che sembra uno zombie!!!" Eh no io così non voglio essere!!! E così ecco che il mio nuovo look abbia inizio: acquisto di nuovi trucchi, palette di ombretti sui toni del marrone che adoro, un bel rossetto rosso che fa subito estate e colore, nuovo parrucchiere, di quelli seri e professionali che ti consiglia il taglio giusto per il tuo viso e per i tuoi capelli (e non come la maggior parte delle parrucchiere che ti dice "allora cosa facciamo tagliamo? e poi taglia a caso e sembri un barboncino) e poi sistemerò anche il colore dei capelli...ecco mi manca solo di convertirmi al tacco 10 (lì la vedo dura, visto che sono una seguace delle ballerine) ed è fatta!!!
Ma pensiamoci bene  è così che dovremmo fare noi donne! Amarci e coccolarci e trovare sempre un pò di tempo per noi, perchè parliamoci chiaro fra uomo e donna siamo noi ad avere la parte più difficile: il lavoro, la casa, i figli, le pulizie......ed il tempo per noi si riduce ad una doccia di 5 minuti!!! Ed invece no imponiamoci di coccolarci un pò e ne troveremo solo benefici. Perchè del resto chi più chi meno noi donne siamo tutte vanitose...ed è giusto che sia così!!
Ma quanto ho chiaccherato oggi....tranquilli il mio blog non sta diventando "RomyMakeup"...quindi ecco la mia ricettina velocissima ma gustosa, pochi ingredienti ma di qualità e la cena è pronta.

CAPONATA DI MELANZANE A MODO MIO

Mettere in una padella un soffritto di cipolle uno spicchio di aglio e sedano. Aggiungere le melanzane (di cui tolgo in maniera alternata la buccia) tagliate a cubetti e far saltare velocemente per 10 minuti.
Aggiungere poi le olive taggiasche e proseguire la cottura per altri 5 minuti e a fine cottura aggiungere della menta fresca e del basilico,  Sale e Pepe, impiattate con un filo d'olio buono e Buon Appetito!!!

Romy Chef's Blog 


Buon week end a tutti!!!

martedì 11 giugno 2013

Il tormentone dell'estate è che l'estate non arriva....Risotto di Pesce

Ecco il tormentone dell'estate: "Ma quando arriva l'estate"?! Bhè arriverà abbiamo saltato la primavera non salteremo anche l'estate!!!
Non è  mai stata la mia stagione preferita, parliamoci chiaro l'estate è bella solo se vai in ferie altrimenti è una stagione antipatica, andare in ufficio quando fuori ci sono 30 gradi non è il massimo della vita!

Romy Chef's Blog 

Ma quest'anno forse perchè piove sempre anche io sento il bisogno di sole e di mare e così con il primo, e per il momento, almeno qui al nord, unico giorno di sole,  ho trascorso una giornata al mare....e il giorno dopo tornata a casa avevo ancora voglia si mare e così ho preparato questo risotto di pesce.

Ogni volta ne provo delle versioni diverse, ma questa mi è piaciuta molto, molto fresca!

In un tegame ho fatto soffriggere del prezzemolo tritato, la cipolla e l'alloro con dell'olio. Ho aggiunto poi il riso, fatto tostare e sfumato con poco vino bianco.
Ho iniziato ad aggiungere del brodo ( naturalmente è perfetto se usate del fumetto di pesce, io non ce l'avevo e così ho fatto un brodo vegetale molto leggero così da non coprire il sapore del pesce) . A metà cottura ho aggiunto il pesce misto tagliato a cubetti ( salmone e calamari) a 2/3  minuti dalla cottura ho aggiunto gli scampi e un cucchiaio di farina di riso sciolto in un cucchiaio di acqua fredda (considerate 1 cucchiaio ogni 2 persone) per amalgamare il tutto. 
Togliete dal fuoco, eliminare l'alloro e mantecate con dell'olio evo. 
Servite con del prezzemolo fresco e ancora olio evo a crudo che donerà una piacevole sensazione di freschezza.
L'idea della farina di riso l' ho presa da Carlo Cracco e devo dire che dona molta morbidezza al piatto. La cottura breve del pesce mi è piaciuta molto perchè dona croccantezza e freschezza.



Romy Chef's Blog 

Un bacio a tutti e buona settimana!!!


mercoledì 5 giugno 2013

Fiori di zucca farciti di ricotta e alici gratinati al forno...ed i sogni...


"Se un sogno è il tuo sogno, quello per cui sei venuto al mondo, puoi passare la vita a nasconderlo dietro una nuvola di scetticismo, ma non riuscirai mai a liberartene. Continuerà a mandarti dei segnali disperati, come la noia e l'assenza di entusiasmo, confidano nella tua ribellione" 
Massimo Gramellini


Buongiorno a tutte,
apro questa pagina con questa bellissima frase di Gramellini, ho appena finito di leggere il suo libro "Fai bei sogni" un romanzo toccante, meraviglioso, che ti apre gli occhi sulla vita, su tutte quelle cose che abbiamo sempre sotto gli occhi e che diamo per scontate e che perdendole ci rendiamo conto del valore che hanno. E soprattutto parla dei nostri genitori di quanto il loro amore sia importante e vitale sempre, ad ogni età e di quanto questo influisca nella nostra vita.
E poi parla di sogni, di quei sogni che vivono in noi da sempre e che dobbiamo solo trovare il coraggio di realizzare...ecco io devo trovare il coraggio di realizzare il mio di Sogno...
Questa mattina è così ....sono malinconica...ed immobile, immobile perchè siamo in attesa di risultati importanti e come sempre la paura e la tensione mi imprigiona e mi rende immobile...
Vi lascio con questa ricetta velocissima, ma buonissima magari da servire anche come antipasto accompagnata con una misticanza o una fonduta di formaggio.

FIORI DI ZUCCA FARCITI CON RICOTTA ED ALICI GRATINATI AL FORNO

Pulite delicatamente i fiori di zucca. In una terrina setacciate la ricotta, unite qualche cucchiaio di grana e le alici sott'olio a pezzetti, sale e pepe.
Farcire i fiori di zucca, metterli su una teglia rivestita con la carta da forno, spolverare con del grana un filo di olio e cuocere in forno a 200 ° per 5-7 minuti e comunque fino a che non saranno dorati.
Sono davvero ottimi e poi le alici ed i fiori di zucca sono divini insieme.


Romy Chef's Blog



Buona giornata

venerdì 31 maggio 2013

Zucchine Ripiene di Ricotta e Tonno e Buon Fine Settimana

Buongiorno a tutti
questa è la classica ricetta "svuota frigo" che poi come sempre risulta essere la migliore. Infatti  non c'è una volta che riesca a preparare un piatto  seguendo alla lettera una ricetta, ma ogni volta cambio, invento rielaboro, ma del resto sono o no una chef ?! :)
Adoro prendere spunto dalle riviste a volte solo guardando le immagini poi a fare le foto non sono certo un fotografo da premio, ma quando è ora di mangiare a casa mia è sacro si mangia quando il piatto è ancora caldo! Si insomma sono la tipica donna che a cinque minuti dalla fine della cottura chiama il suo maritino perchè sa come sempre che prima di mettersi a tavola lui si ricorda che deve lavarsi le mani, prendere il vino in cantina, fare una telefonata urgente.....che nervoso quando è pronto a tavola è pronto e si mangia su questo sembro la Signorina Rottermaier!!!

Ecco quindi Zucchine ripiene di ricotta e tonno al profumo di menta.

Ingredienti:

- Zucchine
- Tonno
- Ricotta
- Cipollotto
- Mentuccia

Fate bollire le zucchine per 10 minuti circa. Scolatele passatele in acqua fredda per bloccare la cottura e con un coltello tagliate l'estremità (che lascierete da una parte e cuocerete in forno) e scavate un pò di polpa.
In una padella con un filo di olio cuocere per circa 10 minuti la polpa, il cipollotto e a fine cottura aggiustare di sale e pepe e della mentuccia.
In una ciotola setacciate la ricotta e unite il tonno (io uso quello in vetro) e la polpa delle zucchine e farcite le zucchine. Un filo di olio, un pò di pangrattato e in forno per 30-40 minuti a 200°


Romy Chef's Blog


Buon fine settimana a tutti!

mercoledì 29 maggio 2013

Un piatto salutare e primaverile e una novità in arrivo....

Eccomi qui
con questo piatto sano e colorato...Oggi sono di poche parole, periodo davvero stressante, ma mi sono accorta che oramai sarà più di un anno che vi ripeto che è un periodo stressante!!! Un pò ripetitiva??!! :)
Comunque in questi giorni ho ricevuto una bellissima sorpresa e proposta che presto vi farò sapere perchè vi coinvolgerà direttamente se lo vorrete!!!

Ecco quindi una ricettina perfetta se avete degli asparagi da utlizzare:

RISO INTEGRALE IN CREMA DI ASPARAGI E CASATELLA

Ingredienti:

- Riso integrale
- Asparagi
- Cipollotto
- Casatella trevigiana dop

Pochi ingredienti per un buon piatto.
Far cuocere in acqua bollente del riso integrale considerate che la cottura è di circa 30-35 minuti, potrete anche cucinare anche del riso normale.
In una pentola fate cuocere in un filo d'olio gli asparagi ed il cipollotto e aggiungere un pò di acqua per ultimare la cottura, aggiustare di sale.
Una volta terminata la cottura mixare fino a formare una crema di asparagi.
Una volta cotto il riso, scolarlo, ripassarlo in acqua fredda così da bloccare la cottura e ripassarlo in padella con la crema di asparagi e alcuni pezzi di casatella trevigiana dop ( la casatella è un formaggio a pasta morbida prodotta nella provincia di Treviso, se non siete della zona potete sostituirla con dello stracchino.)
Questo formaggio a contatto con il calore del riso e della crema si scioglierà leggermente regalando al nostro palato un piacevole gusto di freschezza e di morbidezza.

Romy Chef's Blog 


Ci sentiamo presto!!! Buona settimana!!!










venerdì 24 maggio 2013

Se la primavera non arriva io la cucino: Spaghetti integrali con salmone e asparagi selvatici

E poi una mattina a svegliarti non è il suono della sveglia, ma un forte vento e temporale, apri la finestra e davanti a te un cielo nero, vento e pioggia e ti domandi perplessa,  ma oggi è davvero il 24 maggio o il tempo è volato così in fretta che siamo già a Novembre?!
Non amo fare retorica e lamentarmi sul tempo perchè non sopporto chi lo fa, visto che nella vita abbiamo problematiche più serie del fatto che continua a piovere e fa freddo, ma così è davvero troppo!
Questa mattina addirittura sono uscita di casa con maglione misto lana, giacca di pelle, sciarpina e mi sono detta " Non sarò esagerata"?! Ma poi guardando le montagne davanti a me ho visto la NEVE e non mi sono poi sentita così esagerata! :)
Comunque visto che la primavera non vuole arrivare ed io dopo mesi di dieta ferrea sto incominciando ad introdurre alimenti diversi da zucchine e petto di pollo, ecco questi SPAGHETTI INTEGRALI CON ASPARAGI SELVATICI E SALMONE che ricordano un pò la primavera.
Ultimamente sto mangiando integrale per avere un maggiore apporto di fibre e devo dire che fra tutte le tipologie di pasta, anche se in commercio di integrale alla fine ci sono principalmente fusille e penne, gli spaghetti sono quelli che mi piacciono di più.
E così grazie a degli asparagi selvatici della zona Umbra raccolti dal mio caro babbo e del salmone nasce questo primo piatto gustoso e salutare.

Ingredienti:

- Spaghetti integrali
- Asparagi selvatici
- Salmone
- Alloro
- Aglio
- Olio evo

In una padella fate rosolare a fuoco altro con dell'olio evo , alloro e uno spicchio d'aglio del salmone tagliato a cubetti. Cuocete per circa 5 minuti dopo di che toglietelo dal fuoco. Il profumo dell'alloro è meraviglioso e dona sempre un gusto speciale ai piatti e con il salmone ho trovato che sta molto bene.
A parte sempre in una padella con dell'acqua portate a cottura gli asparagi selvatici. Potete anche cuocerli con dell'olio ma io tendo sempre ad usarlo a crudo ed evitare molti soffritti se non necessari.
Una volta scolati gli spaghetti al dente, ripassateli in padella con  gli asparagi ed il  salmone, aggiungete se necessario un pò di acqua di cottura ed un pò di olio.


Romy Chef's Blog 




Come sempre gustoso e leggero!
Buon Week-end a tutti

venerdì 10 maggio 2013

La festa della mamma e le azalee che aiutano la ricerca

Ciao a tutte!!!
lo so sono sparita ma, per giustificato motivo, in questo periodo ho qualche problema di salute che mi porta a seguire una dieta un pò ferrea, ogni tanto sgarro ma, che supplizio per una come me che ama cucinare e mangiare ma va bhè non sono certo questi i problemi della vita.
Fra gli "sgarri" ci sono questi asparagi gratinati, semplici e con gusto. Non riesco a non mangiarli e poi la terra che mi ha adottato, il Veneto è famosa per gli asparagi bianchi dop di Bassano, come si fa a resistere a questa delizia?!
Così l'altra sera ho detto basta a carote e zucchine al vapore e nella vaporiera ho fatto cuocere per circa 7-10 minuti questa meraviglia di asparagi.
Una volta ultimata la cottura li ho messi in una pirofila con un pò di olio extravergine di oliva del grana e in forno a gratinare per qualche minuto fino a che non formeranno una deliziosa crosticina.
Li ho serviti con dell' uovo sodo, perchè questi asparagi sono perfetti se abbinati alle uova.

Romy Chef's Blog 



E visto che questo week-end è tutto dedicato alla mamma un pensiero alla donna più importante della mia vita...
A lei che con un abbraccio ed un sorriso riesce a darmi tutta la tranquillità e la speranza che a volte perdo, a Lei che con forza, fede ed ottimismo vive ogni giorno la sua vita e la malattia,  a Lei che ha sempre una parola di conforto e di amore, a Lei che chiamo 1, 2, 3, volte al giorno per superare la distanza che solo fisicamente ci divide, a Lei che è sempre nel mio cuore e nei miei pensieri.

E visto che alla mamma si regalano molto spesso dei fiori, regaliamole le Azalee dell' AIRC, domenica 12/05/2013 in tutte le piazze italiane un fiore che aiuta la ricerca. Quest'anno la raccolta va per la ricerca dei tumori femminili, un piccolo contributo che può aiutare a sconfiggere il cancro!!!
Buona Festa a tutte a chi la mamma ce l'ha a chi non ce l'ha più, a chi è già mamma a chi lo sarà e a chi magari non potrà esserlo....
Buon week end dalla vostra Romy!!!


venerdì 29 marzo 2013

Un riciclo che diventa un piatto da chef e Buona Pasqua

Mie care, in questo periodo ogni blog è un tripudio di torte pasquali dolci e salate, lasagne al forno, agnelli, carciofi, piatti della tradizione regionale per festeggiare la Santa Pasqua.
Io come sapete non sono stata bene, non sono riuscita a fare nulla di tutto ciò e quest'anno mi sa che non potrò mangiare tutte queste delizie però non posso non lasciarvi con una ricetta che magari potrete servire a Pasqua come antipasto accompagnato con un'insalata di spinaci o lattughino.
La ricetta è di Carlo Cracco e si tratta del suo TUORLO D'UOVO CROCCANTE
AlcuniGiorni fa ho fatto dei biscotti (buonissimi di cui posterò la ricetta) dove occorrevano solo le chiare e per la nota regola che in cucina non si butta mai via niente (di questo periodo poi ancora di più!) i tuorli li ho usati per provare a fare questo famoso piatto di Cracco tratto dal suo libro...che dire infinitamente buono!!!

Ingredienti:

- uova
- pane grattugiato (come dice lo chef Cracco non usate il pane in cassetta perchè è probabile che vi si stacchi l'uovo
- olio di semi di girasole
- sale

Rompere le uova in una bacinella e stare attenti a non rompere i tuorli. Poi  con le dita prelevare solo i tuorli che devono naturalmente rimanere interi. Sul fondo di uno stampino di alluminio ( o bicchiere di plastica) fare uno strato di pane grattugiato, appoggiare sopra il tuorlo e ricoprite con altro pane. Fate riposare in frigo l'uovo per 4 ore. Quindi prelevate delicatamente l'uovo dallo stampino e adagiatelo su una schiumarola e tuffatelo in abbondante olio caldo. Cuocere uno alla volta per circa 40 comunque deve venire una crosticina dorata ed uniforme intorno. Tenete l'uovo mentre cuoce all'interno della schiumarola.
Una volta cotta salatelo.
Fate diverse uova perchè a me su 4 come vedete dalle foto ne sono venuti bene solo 3 ...ad essere sincerissima solo 2 perchè uno in cottura si è un pò rotto! Ma per la prima volta sono stata bravissima!!! ;)

Romy Chef's Blog


E con questa ricettina  Vi auguro di cuore una Buona Pasqua a voi e alle vostre famiglie!!
Un abbraccio





lunedì 25 marzo 2013

Maledetta Domenica...e un merluzzo al vapore al profumo di limone

So di non essere l'unica, anche in una rivista ho letto l'editoriale del caporedattore che parlava proprio di questo: ma io odio la domenica.
Non chiedetemi perchè, lo so che da credente la domenica è il giorno del Signore ed infatti l'unico momento di calma è quando vado a Messa, ma è solo una calma apparente.
Io non amo e non mai amato la domenica.
Fin d' adolescente quando arrivava il tardo pomeriggio un velo di tristezza e di malinconia si impossessava di me,  la domenica pomeriggio è il giorno delle paranoie più assurde di quelle che ti fanno vedere tutto nero...
Crescendo poi le cose non è che sono cambiate molto, non so è proprio una cosa fisica e mentale posso essere ovunque e con chiunque, può essere il giorno più bello o brutto del mondo ma io la domenica pomeriggio mi incupisco e sono INTRATTABILE! Una trasformazione perchè poi come per magia il giorno dopo anche se è lunedì (il tanto odiato lunedì) io sono diversa, sono più allegra e piena di energia.
Per me la domenica non è un giorno dove ricarico le batterie è il giorno dove sprofondo nel buio più nero aspettando di ritornare alla normalità e all'inizio della settimana...
Non credo che supererò mai questa giornata....
Poi non vi dico che giornata è stata ieri è più di un mese che non esco di casa se non per andare dal dottore a fare i controlli (sembro una nonnetta che si fa bella solo per andare dal dottore :D) quindi immaginate il livello di nervosismo che c'era in casa ieri, fuori pioveva e dentro casa c'era un temporale di emozioni!!!
Comunque oggi finalmente è lunedì e sto già meglio.....
In questo periodo purtroppo per motivi di salute sto seguendo una dieta ferrea e quindi non sarà facile postare delle ricette, come sapete io pubblico veramente quello che cucino per cena o per pranzo e diciamo che in queste settimane non faccio altro che fare zucchine e carote al vapore,  pesce e  petto di pollo o tacchino ...Santa Vaporiera!!!! ;)

Però non posso lasciarvi orfani a lungo così ecco a voi TURBANTI DI MERLUZZO AL PROFUMO DI LIMONE

Un titolo molto pomposo per dirvi che si tratta di involtini di merluzzo ai quali avrete messo sopra della buccia di limone grattugiato e cotto al vapore per 10-15 minuti. Condite con un buon olio il mio era umbro e un pò di sale. Mi raccomado usate del pesce fresco, sembra banale, ma è davvero tutto un altro sapore.

Romy Chef's Blog
Un abbraccio e grazie per starmi vicino anche in questo periodo....non sono molto presente ma siete sempre fantastiche!!!

lunedì 4 marzo 2013

La cucina chiude per polmonite!!! Ma si può?!?!

Ciao Amiche/i

Questo sarà il post più breve che abbia mai scritto, purtroppo quest'anno l'influenza ha colpito in maniera dura con me....mi hanno riscontrato una polmonite...sono KO...accendere il pc è stato un piccolo miracolo dopo giorni bruttissimi, spero di riprendermi presto....Intanto Vi abbraccio tutte/i!!!


Dal Web

martedì 26 febbraio 2013

Era lì che mi guardava e non ho resistito...Zuppetta di rana pescatrice

L' influenza sta passando, la dimostrazione è questa zuppetta, dopo settimane di riso in bianco e patate al vapore, di inapettenza e zero voglia di cucinare, questa sera per cena ho preparato questa zuppetta davvero gustosa.
Sono andata in pescheria con l'intenzione di prendere del filetto di merluzzo da cuocere al vapore, visto che erano diversi giorni che non mangiavamo qualcosa al vapore ;) ed invece ho visto lei, mi guardava....una bellissima rana pescatrice intera e pescata, non è facile trovarla di solito se ne vende soltanto la coda (per questo si chiama anche coda di rospo) e quindi non ho resistito e l'ho comprata. La signora della pescheria o è stata gentilissima e me la pulita dividendo la testa dalla coda. E la testa come la uso? So che ci sono le guance della rana pescatrice ad essere gustosissime ma il resto? E la signora della pescheria mi dice che è buonissima da usare per il brodo. E così torno a casa apro la "bibbia" della cucina " Il cucchiaio d'argento" e sotto rana pescatrice o coda di rospo cosa c'è scritto " In Veneto la testa si vende a parte ed è molto usata per fare brodi o gelatine che hanno sapore squisito" Sono proprio soddisfatta della mia scelta!
E così preparo il fumetto in modo classico: acqua fredda, mazzetto odoroso con timo, alloro, gambi di sedano, carota, scalogno, sedano, un pò di succo di limone, grani in pepe e la testa della rana bel lavata, pulita e priva del sangue. faccio sobbollire e poi aggiungo del vino bianco e lascio sobbollire a fuoco moderato per altri 15m minuti circa. Schiumare e filtrare ed è pronto da usare per la mia zuppetta e la parte rimanente la congelo e la userò magari per un risotto di pesce.

ZUPPETA DI RANA PESCATRICE

Mettere in una pentola dell'olio evo, dell' aglio schiacciato e del peperoncino, aggiungere i pezzi della rana pescatrice e fate rosolare. Aggiungere le olive e i capperi sotto sale ben lavati, il timo,  i pomodori pachini tagliati a metà e qualche cucchiaio di passata di pomodoro.
Aggiungere alcuni mestoli del fumetto di pesce e lasciare cuocere a fuoco moderato per 15 minuti. La rana pescatrice non va mai cotta molto. A fine cottura aggiustare di sale e cospargere di prezzemolo tritato.
Servire con del pane tostato, un filo di olio evo....credetemi sarà una vera bontà!


Romy Chef's Blog



Buona notte a tutti!!!

venerdì 22 febbraio 2013

Maledetta influenza...il ritorno alla tradizione e la Torta di Mele di Nigella

Maledetta influenza...ha colpito anche me e per ben due volte! Ma del resto quando sei più stanca e stressata anche il tuo corpo ha meno difese e ti chiede, ti implora di fermarti e di ascoltarlo, così eccomi a casa per un' intera settimana, con poca voglia di mangiare, poca voglia di cucinare e udite, udite poca voglia di guardare i miei amati programmi culinari o sfogliare libri e riviste di cucina.
Da ieri sto un pò meglio e così ho ripreso fra le mie mani il libro di Nigella Lawson " Nigellissima" con le sue ricette ispirate alla nostra Italia e alle sua tradizione.
E così mi sono resa conto, che da quando mi sono trasferita a vivere con il mio amore, non mi capita così spesso di cucinare piatti della tradizione, sarà che mia mamma cucinava sempre ricette molto classiche e buone anzi buonissime, ma non osava mai la sua era una cucina tradizionale (che alla fine rimane la base di tutte le nuove tendenze culinarie) e così vivendo lontano dalla mia famiglia ho incominciato a sperimentare nuovi ingredienti come ad esempio le spezie (che adoro) l'utilizzo delle erbe aromatiche, la passione per le verdure e per il pesce al posto della carne....però mi sono resa conto che è da tanto che non cucino un buon ragù di carne, oppure uno spezzatino di manzo quello buono con il sughetto e gli aromi, oppure che non faccio le tagliatelle all'uovo (a 20 anni ero meglio di una "sfoglina romagnola") insomma preparatevi perchè mi sa che arriveranno presto piatti della tradizione!

Iniziamo con questa tradizionale Torta di Mele tratta dal libro "Nigellissima" e da me un pò rivisitata quindi vi scrivo le mie dosi e la mia versione

TORTA DI MELE 

Ingredienti:

- 100 gr di burro ammorbidito ed un pò per imburrare al teglia ( io sono tradizionale non vado molto daccordo con le teglie in silicone)
- 250 gr di farina 00
- lievito in polvere
- 1 pizzico di sale
- 150 gr zucchero di canna ( io ho usato questo perchè con le mele sta benissimo)
- 2 uova
- scorza di 1 limone non trattato
- 150 ml di latte
- 4 mele
- 1 cucchiaio di zuchero di canna e 1 cucchiaio di cannella in polvere

Mettete in un robot da cucina la farina, il burro ammorbidito (io l'ho fatto sciogliere) il lievito,un pizzico di sale, lo zucchero, le uova, la scorza di limone e mescola il tutto fino a formare una pasta densa e omogenea. Aggiungere a filo il latte e continua a mescolare fino ad ammorbidire l'impasto.
Sbucciare e affettare a cubetti una mela e aggiungerla all'impasto e mescolare.
Versare il tutto nello stampo leggermente imburrato ed infarinato, e disporre le fettine di mela sbucciate e tagliate a spcchi in cerchi concentrici sulla superficie dell'impasto.
Mescolare 1 cucchiaio di zuchero di canna e 1 cucchiaio di cannella in polvere e cospargere il tutto sopra le mele, infornare a 180 ° per 40-45 minuti.

Romy Chef's Blog

Romy Chef's Blog



Ottima per la colazione o per un the pomeridiano come quello che andrò a prendermi ora :)
Un abbraccio a tutti e come sempre grazie per il vostro affetto!




martedì 5 febbraio 2013

Ho perso le parole e anche l'appetito mi tiro su con questi Spaghetti con pesto di pomodori ciliegino secchi, aggiughe e mollica di pane profumata al limone

" Ho perso le parole eppure ce le avevo qua un attimo fa" è si ho perso le parole o meglio ne avrei tante da dire, ma non posso certo farlo qui e sfogare le mie disillusioni, delusioni, incomprensioni relative al lavoro vi annoierei e comunque non si può mettere in rete certe corse e certe parole poco carine da dire... :)
Così oggi sarò molto breve e vi lascio questa pasta che è buonissima, bastano pochi ingredienti ma a fare la differenza come sempre è la qualità delle materie prime.

SPAGHETTI CON PESTO DI POMODORI CILIEGINO SECCHI, ACCIUGHE E MOLLICA DI PANE PROFUMATA AL LIMONE


Ingredienti:

- Spaghetti di gragnano
- Pomodorini ciliegino semi secchi del marchio Fiorfiore Coop  (devo dire che alcuni prodotti sono davvero di ottima qualità)
- 2/3 filetti di alici in vetro
- 1 manciata di capperi sotto sale
- mollica di pane grattugiato
- buccia di limone grattugiata
- timo
- olio evo
- aglio

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, nel frattempo nel mixer mettere i pomodori ciliegino secchi con una manciata di capperi sotto sale che avrete prima ben lavato e poco olio evo.
In padella fate soffriggere con del olio evo dell'aglio e 2/3 filetti acciuga.
In un' altra padella mettere dell'olio e il pane grattugiato con un pò di  buccia di limone grattugiata e del timo e saltare fino a quando non diventa bello dorato.
Scolare la pasta al dente e finirla di cuocere nella padella dove avete prepararto aglio e acciughe aggiungendo qualche cucchiaio di acqua di cottura e il pesto di pomodorini.
Impiattare e cospargere con il pangrattato. Buonissima e profumatissima.

Romy Chef's Blog

Un abbraccio e a presto!



giovedì 24 gennaio 2013

"Come un bel film che lascia tutti senza parole..." ed un Tris di verdure gratinate...

Buongiorno a tutti eccomi qui...
questo post doveva parlare di altro, ma ieri sera sono stata rapita da un'intervista di Daria Bignardi a Tiziano Ferro e così ho deciso che oggi volevo parlare della commozione che ho provato guardando e gli occhi lucidi di Tiziano e ascoltando la sua voce tremante che a tratti ha avuto durante l'intervista.
Un artista che ammiro come cantante e come persona dai tempi di "Il tuo è un rosso relativo...." e ieri mi ha colpito perchè finalmente si sta liberando dai suoi tormenti, dalle sue paure e sta rinascendo. E mi domando perchè ancora oggi gli omosessuali debbano essere così emarginati e ancora peggio derisi, offesi ed essere sempre sotto accusa....non si può!
Non stiamo parlando di extraterrestri, stiamo parlando di esseri umani e non userò certo l'aggettivo "normali" perchè il solo suo utilizzo tende a classificarli, anche perchè sono normali rispetto chi a cosa?!
Sono esseri umani che devono vivere con ancora più disagio la vita perchè devono farsi accettare ma soprattutto devono accettarsi per poter liberarsi dalle paure e dalle inquietitudini interiori e vivere liberi la VITA. Perchè è di questo che si sta parlando di VITA e di AMORE doni che ognuno deve avere la libertà di vivere.
Lo so magari state pensando che sono cose ovvie quelle che sto scrivendo, ma non è così a me ieri Tiziano Ferro ha colpito e mi ha fatto rabbia pensare che si debba soffrire così tanto per la propria libertà sessuale e sentimentale, ha detto "che ci ha messo 28 anni a liberarsi" 28 anni ....la sua vita...e questo non è possibile!
Io vi voglio lasciare con la sua canzone che sintetizza la sua "FINE" scritta dal cantautore marchigiano Nesli a cui Tiziano ha voluto dare voce e successo in quanto le parole sembrano essere state scritte e cucite su di lui...

Bhè Tiziano a me ieri sera la tua storia mi è sembrata proprio "un bel film che lascia tutti senza parole"...

LA FINE
Chiedo scusa a chi ho tradito, e affanculo ogni nemico
Che io vinca o che io perda è sempre la stesssa merda
E non importa quanta gente ho visto, quanta ne ho conosciuta
Questa vita ha conquistato me e io l'ho conquistata
"Questa vita" ha detto mia madre "figlio mio va vissuta,
Questa vita non guarda in faccia e in faccia al massimo sputa"
Io mi pulisco e basta con la manica della mia giacca
E quando qualcuno ti schiaccia devi essere il primo che attacca.
Non ce l'ho mai fatta, ho sempre incassato,
E sempre incazzato, fino a perdere il fiato
Arriverà la fine, ma non sarà la fine
E come ogni volta ad aspettare e fare mille file
Con il tuo numero in mano e su di te un primo piano
Come un bel film che purtroppo non guarderà nessuno.
Io non lo so chi sono e mi spaventa scoprirlo,
Guardo il mio volto allo specchio ma non saprei disegnarlo
Come ti parlo, parlo da sempre della mia stessa vita,
Non posso rifarlo e raccontarlo è una gran fatica.
Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani
Per reiniziare, per stravolgere tutti i miei piani,
Perchè sarà migliore e io sarò migliore
Come un bel film che lascia tutti senza parole.

Non mi sembra vero e non lo è mai sembrato
Facile, dolce perchè amaro come il passato
Tutto questo mi ha cambiato
E mi son fatto rubare forse gli anni migliori
Dalle mie paranoie e da mille altri errori
Sono strano lo ammetto, e conto più di un difetto
Ma qualcuno lassù mi ha guardato e mi ha detto:
"Io ti salvo stavolta, come l'ultima volta".
Quante ne vorrei fare ma poi rimango fermo,
Guardo la vita in foto e già è arrivato un altro inverno,
Non cambio mai su questo mai, distruggo tutto sempre,
Se vi ho deluso chieder scusa non servirà a niente

TRIS DI VERDURE GRATINATI AL TIMO
La ricetta è semplicissima basta cuocere prima le verdure, quelle che preferite io avevo cavoletti di bruxelles, radiccio tardivo e carciofi e poi passarli al forno al gratin per 15 minuti a 180-200°
La panatura io l'ho fatta prima in padella, ovvero ho messo dell'olio e uno spicchio d'aglio senza germe, quando ha iniziato a friggere ho aggiunto il pane grattugiato e un pò di grana grattugiato e del timo. Ho aggiustato di sale e pepe. Così la panatura diventa subito croccante.

Romy Chef's Blog




martedì 15 gennaio 2013

Non c’è limite al peggio, meglio non lamentarsi….Fagioli cannellini con limone e rosmarino.

Romy Chef's Blog

"Non devi cercare di fare in modo che le cose vadano come vuoi, ma accettare le cose come vanno: così sarai sereno" bella massima di Epitteto non sempre realizzabile, ma sicuramente se almeno in parte riuscissi a farlo vivrei davvero più serena.

Eccomi qui con l'anno nuovo, dopo un pò di settimane di latitanza, ma questo 2013 dal punto vista lavorativo non è iniziato al massimo, purtroppo delle brutte novità che mi hanno destabilizzato e non mi fanno stare ai fornelli con la gioia e la passione che mi contraddistingue. Ma purtroppo questa è la vita e credetemi sulla mia pelle sto provando che non c'è limite al peggio, quindi il proposito dell'anno nuovo (quanto ci piacciono i buoni propositi all'inizio dell'anno) è cercare di non lamentarmi più perchè può venire peggio....

Ricominciamo piano piano con un piatto semplicissimo, ma dal profumo e dal gusto eccezionale, direttamente dal libro Nigellissima che mi ha portato Babbo Natale.

Pochi ingredienti, pochi minuti di cottura, ma un risultato ottimo non vorrete mai smettere di mangiarlo....

FAGIOLI CANNELLINI CON LIMONE E ROSMARINO (per le quantità regolatevi in base alle persone e alla vostra fame!!)

Fate soffriggere dolcemente in dell'olio evo con dell'aglio in camicia e del rosmarino tritato e delle bucce di limone.
Prendete dei fagioli cannellini in scatola, lavateli bene e metteteli nella padella, amalgamare bene gli ingredienti e aggiungere un pò di succo di limone.
Cuocere fino a che sono a caldi, servire con olio evo e del pepe nero macinato.

Davvero ottimi!!! Nigella e Romy non ne sbagliano una :)
Buona giornata!!!

P.s. Niente foto non so cosa abbia blogger ma non riesco a caricare foto... :( Foto  Caricata!!! :)