Indice Ricette

mercoledì 30 marzo 2016

Una food blogger al contrario e la quiche agli asparagi bianchi

Oramai si sa sono una food blogger al
contrario poco attenta alle mode del momento infatti sono una delle poche che durante la settimana santa non ha pubblicato foto di colombe in lievitazione o uova decorate torte Pasqualine e casatielli, ma non per fare la fighetta controcorrente anzi bramavo dalla voglia di impastare e cuocere uova sode e cucinare torte tcome quella al formaggio tipica umbra, ma non sono riuscita, troppe cose da sistemare in casa troppa stanchezza e un piccolo ometto raffreddato e quindi più koala del solito! ❤️ 
Anche il pranzo di Pasqua è stato improvvisato, all'ultimo sono venuti i miei suoceri e sebbene non avessi molto in frigo perche l'idea era di andare a pranzo fuori, sono riuscita comunque a preparare un pranzo buono e dai gusti delicati e leggeri quest' anno non ho preparato neanche le costine d'agnello impanate con la ricetta della della mia mamma, saranno contenti gli animalisti, ma ho fatto dei ravioli di ricotta e spinaci ( di una ditta della zona davvero buoni) patate e cipolle rosse di colfiorito al forno, fondi di carciofo in tegame con del
Salmone affumicato e poi una quiche agli asparagi.

QUICHE AGLI ASPARGI 

Asparagi bianchi 
Asparagina selvatica se l'avete 
Cipolla rossa
Tre uova 
Latte 
80gr di ricotta 
Parmigiano grattugiato 
Sale e pepe 
Pasta sfoglia o brisè se preferite 

Cuocete con un pó d'acqua  e olio gli asparagi tagliando i gambi a rondelle e lasciando le punte intere 
Aggiustate di sale e pepe 
Sbattete in una ciotola le uova aggiungete la ricotta un po' di latte e parmigiano sale pepe e gli asparagi cotti 
Foderate con carta forno una teglia mettere la pasta sfoglia e bucherellate con una forchetta aggiungere il composto e le punte di asparagi infornate per 30 minuti a 180gradi 
Servite tiepida. 
E poi oltre ad una buona quiche, una bella tavola apparecchiata con la tovaglia del corredo della mamma un buon vino come un verdicchio dei castelli di Jesi una buona compagnia e la Pasqua è servita.

Romy 

Nessun commento: