giovedì 10 novembre 2011

Un merluzzo che si crede un “baccalà alla vicentina”

Lo so con questa ricetta farò innorridire tutti i vicentini doc, tutte le donne e gli uomini (primo fra tutti il mio cognatino veneto “chef”) che con pazienza e parsimonia stanno a preparare per 2/3 gg lo stoccafisso prima di poterlo cucinare e seguono alla perfezione la ricetta. Ma io penso anche a tutte le donne che tornano a casa dal lavoro, hanno voglia di mangiare qualcosa di succolento ma non hanno tempo!
Ed è quello che è capitato a me ieri sera tornando a casa!
Adoro il baccalà alla vicentina o meglio il “bacala”, la regione che mi ha adottato non mi ha fatto rimpianegere la cucina umbra perché il veneto è ricco di salumi, ortaggi, formaggi che adoro…(non sono mica dettagli da trascurare!!!! )
Fino ad’ ora non sono mai riuscita a cucinarlo, onestamente per mancanza di tempo e perché il mio amore sono certa non sopporterebbe l’odore del baccalà in giro per la casa, ma la scorsa sera presa da una voglia irrefrenabile di questi sapore ho cucinato dei semplici filetti di merluzzo oltrettutto surgelati che ricordavano comunque il gusto del baccalà alla vicentina.

INGREDIENTI:
- Filetti di merluzzo
- Scalogno o cipolla bianca
- Poca farina
- Olio evo
- Latte
- Un po’ di alloro
- Sale e pepe qb

Affettare finemente lo scologno, io di solito uso lo scalogno al posto della cipolla quindi in dispensa avevo solo questo, fare appassire lo scologno con dell’acqua, aggiunegere poi l’olio evo e aggiungere i filetti di merluzzo leggermente infarinati, ricoprire con del latte e ancora dell’olio, aggiungere dell’alloro.
Far cuocere lentamente per 30 minuti e aggiustare di sale e pepe q.b.
La consistenza deve essere cremosa, e accompagnare con della polenta…come la “siora Vitoria” avrebbe fatto nella sua locanda :D
Purtroppo niente foto, ma in questo periodo particolare della mia vita mi perdonate vero??!!!
Vi lascio però il link dove trovate di tutto e di più per la vera ricetta del Baccalà alla Vicentina

Nessun commento: