martedì 16 marzo 2010

Lezione di Pesce…E non finisce mica qui….

Ieri sera ultimo giorno di scuola!!!! non sono tornata indietro nel tempo, non so magari alle elementari, il mio ultimo giorno di scuola è riferito al corso base di cucina di cui vi ho parlato, quello organizzato a Castelfranco Veneto dalla scuola Peccati di Gola

Queste 7 lezioni sono volate, è stata un’esperienza bellissima che vi consiglio di fare!!! Voi bravissime foodblogger, amanti della buona cucina e della convivialità avete tutte le caratteristiche per partecipare a questi corsi…Si impara tantissimo, si cucina, si ride, si scherza e si assaggia!!!

Ieri l’ultima lezione è stata sicuramente una delle più interessanti soprattutto per chi come me ama mangiare il pesce, ma non è una grande esperta a cucinarlo!

E’ tutta questione di abitudine, nella mia famiglia il pesce si è sempre mangiato almeno 1 volta a settimana, ma proprio perché anche la mia mamma non è mai stata una grande maestra del pesce ho sempre mangiato piatti base: filetti di cernia, trote, orate al forno, seppie in umido e naturalmente tutto veniva fatto pulire dalla pescheria di fiducia.

Ma al corso di cucina voi pensate che Daniela e Lucrezia siano arrivate con il pesce già tutto bello pulito!!!??? La risposta naturalemente è: nooooooooooo!!!

Fra gli occhi sgranati e incerti di tutte noi ci hanno insegnato a pulire il pesce, a togliere le pinne, le interiora, a squamarlo….chi ha pulito i gamberi, chi i branzini, chi le gallinelle e chi come a me e la mia compagna sono toccate le Cozze!!!

Un consiglio per la pulizia delle cozze: pulire solo le cozze chiuse e sigellate, le altre aperte non sono buone significa che il mollusco all’intermo è morto, raschiarle con una paglietta da cucina o un coltellino, togliere il filamento che è attaccato alle estremità della cozza (se nn vengono utilizzate subito il filamento non va tolto perché è quello che fa rimanere vive le cozze è il legame della cozza con il suo scoglio una specie di cordone ombelicale) lavarle con dell’acqua e se nn vengono cucinate subito metterle in frigo avvolte in un canovaccio umido o lasciatele in acqua.

Ieri sera abbiamo fatto molte ricette e c’è stata veramente una bella collaborazione fra tutte noi e alla fine i risultati sono stati sorprendenti sia al palato e come potete vedere dalle foto anche alla vista!!!


TAGLIOLINI RIALTO




SARDINE IN CARROZZA








CALAMARI RIPIENI DI RICOTTA CON SALSA ALLO ZAFFERANO





SPUMONE DI ZABAIONE CON I FAMOSI BISCOTTI DI DANIELA






Tutti questi piatti di pesce sono stati naturalmente accompagnati da dell'ottimo Prosecco di Valdobbiadene "San Gregorio" gentilmente offerto dalla giovane impreditrice-lavoratrice Lucia!!! :)



Un pensiero voglio dedicarlo a Daniela che durante le lezioni ci ha viziato con i suoi gustosi intervalli dove ogni volta ha deliziato i nostri palati con qualche prelibatezza: pomodori secchi con olive rivierasche, bruschette con braciole di cavallo pugliesi, insalata di patate piccanti, radicchio variegato di Castelfranco Veneto e per finire ieri sera un tortino di riso di carciofi con cagliata fresca su letto di salsa pomodoro a freddo.




Per incorniciare questa esperienza una bella foto di gruppo, come potete vedere il sorriso è stato l'ingrediente principale di queste serate!!!Un saluto particolare ad una assente giustificata la nostra compagna Elena che è diventata mamma!!!



Un abbraccio a tutte/i miei compagne/i del Corso base di cucina....e non finisce mica qui...io mi sono già iscritta al corso di pesce, 4 lezioni che si terranno a maggio...un'altra avventura sta per iniziare :)

Nessun commento: