Indice Ricette

giovedì 24 gennaio 2013

"Come un bel film che lascia tutti senza parole..." ed un Tris di verdure gratinate...

Buongiorno a tutti eccomi qui...
questo post doveva parlare di altro, ma ieri sera sono stata rapita da un'intervista di Daria Bignardi a Tiziano Ferro e così ho deciso che oggi volevo parlare della commozione che ho provato guardando e gli occhi lucidi di Tiziano e ascoltando la sua voce tremante che a tratti ha avuto durante l'intervista.
Un artista che ammiro come cantante e come persona dai tempi di "Il tuo è un rosso relativo...." e ieri mi ha colpito perchè finalmente si sta liberando dai suoi tormenti, dalle sue paure e sta rinascendo. E mi domando perchè ancora oggi gli omosessuali debbano essere così emarginati e ancora peggio derisi, offesi ed essere sempre sotto accusa....non si può!
Non stiamo parlando di extraterrestri, stiamo parlando di esseri umani e non userò certo l'aggettivo "normali" perchè il solo suo utilizzo tende a classificarli, anche perchè sono normali rispetto chi a cosa?!
Sono esseri umani che devono vivere con ancora più disagio la vita perchè devono farsi accettare ma soprattutto devono accettarsi per poter liberarsi dalle paure e dalle inquietitudini interiori e vivere liberi la VITA. Perchè è di questo che si sta parlando di VITA e di AMORE doni che ognuno deve avere la libertà di vivere.
Lo so magari state pensando che sono cose ovvie quelle che sto scrivendo, ma non è così a me ieri Tiziano Ferro ha colpito e mi ha fatto rabbia pensare che si debba soffrire così tanto per la propria libertà sessuale e sentimentale, ha detto "che ci ha messo 28 anni a liberarsi" 28 anni ....la sua vita...e questo non è possibile!
Io vi voglio lasciare con la sua canzone che sintetizza la sua "FINE" scritta dal cantautore marchigiano Nesli a cui Tiziano ha voluto dare voce e successo in quanto le parole sembrano essere state scritte e cucite su di lui...

Bhè Tiziano a me ieri sera la tua storia mi è sembrata proprio "un bel film che lascia tutti senza parole"...

LA FINE
Chiedo scusa a chi ho tradito, e affanculo ogni nemico
Che io vinca o che io perda è sempre la stesssa merda
E non importa quanta gente ho visto, quanta ne ho conosciuta
Questa vita ha conquistato me e io l'ho conquistata
"Questa vita" ha detto mia madre "figlio mio va vissuta,
Questa vita non guarda in faccia e in faccia al massimo sputa"
Io mi pulisco e basta con la manica della mia giacca
E quando qualcuno ti schiaccia devi essere il primo che attacca.
Non ce l'ho mai fatta, ho sempre incassato,
E sempre incazzato, fino a perdere il fiato
Arriverà la fine, ma non sarà la fine
E come ogni volta ad aspettare e fare mille file
Con il tuo numero in mano e su di te un primo piano
Come un bel film che purtroppo non guarderà nessuno.
Io non lo so chi sono e mi spaventa scoprirlo,
Guardo il mio volto allo specchio ma non saprei disegnarlo
Come ti parlo, parlo da sempre della mia stessa vita,
Non posso rifarlo e raccontarlo è una gran fatica.
Vorrei che fosse oggi, in un attimo già domani
Per reiniziare, per stravolgere tutti i miei piani,
Perchè sarà migliore e io sarò migliore
Come un bel film che lascia tutti senza parole.

Non mi sembra vero e non lo è mai sembrato
Facile, dolce perchè amaro come il passato
Tutto questo mi ha cambiato
E mi son fatto rubare forse gli anni migliori
Dalle mie paranoie e da mille altri errori
Sono strano lo ammetto, e conto più di un difetto
Ma qualcuno lassù mi ha guardato e mi ha detto:
"Io ti salvo stavolta, come l'ultima volta".
Quante ne vorrei fare ma poi rimango fermo,
Guardo la vita in foto e già è arrivato un altro inverno,
Non cambio mai su questo mai, distruggo tutto sempre,
Se vi ho deluso chieder scusa non servirà a niente

TRIS DI VERDURE GRATINATI AL TIMO
La ricetta è semplicissima basta cuocere prima le verdure, quelle che preferite io avevo cavoletti di bruxelles, radiccio tardivo e carciofi e poi passarli al forno al gratin per 15 minuti a 180-200°
La panatura io l'ho fatta prima in padella, ovvero ho messo dell'olio e uno spicchio d'aglio senza germe, quando ha iniziato a friggere ho aggiunto il pane grattugiato e un pò di grana grattugiato e del timo. Ho aggiustato di sale e pepe. Così la panatura diventa subito croccante.

Romy Chef's Blog




martedì 15 gennaio 2013

Non c’è limite al peggio, meglio non lamentarsi….Fagioli cannellini con limone e rosmarino.

Romy Chef's Blog

"Non devi cercare di fare in modo che le cose vadano come vuoi, ma accettare le cose come vanno: così sarai sereno" bella massima di Epitteto non sempre realizzabile, ma sicuramente se almeno in parte riuscissi a farlo vivrei davvero più serena.

Eccomi qui con l'anno nuovo, dopo un pò di settimane di latitanza, ma questo 2013 dal punto vista lavorativo non è iniziato al massimo, purtroppo delle brutte novità che mi hanno destabilizzato e non mi fanno stare ai fornelli con la gioia e la passione che mi contraddistingue. Ma purtroppo questa è la vita e credetemi sulla mia pelle sto provando che non c'è limite al peggio, quindi il proposito dell'anno nuovo (quanto ci piacciono i buoni propositi all'inizio dell'anno) è cercare di non lamentarmi più perchè può venire peggio....

Ricominciamo piano piano con un piatto semplicissimo, ma dal profumo e dal gusto eccezionale, direttamente dal libro Nigellissima che mi ha portato Babbo Natale.

Pochi ingredienti, pochi minuti di cottura, ma un risultato ottimo non vorrete mai smettere di mangiarlo....

FAGIOLI CANNELLINI CON LIMONE E ROSMARINO (per le quantità regolatevi in base alle persone e alla vostra fame!!)

Fate soffriggere dolcemente in dell'olio evo con dell'aglio in camicia e del rosmarino tritato e delle bucce di limone.
Prendete dei fagioli cannellini in scatola, lavateli bene e metteteli nella padella, amalgamare bene gli ingredienti e aggiungere un pò di succo di limone.
Cuocere fino a che sono a caldi, servire con olio evo e del pepe nero macinato.

Davvero ottimi!!! Nigella e Romy non ne sbagliano una :)
Buona giornata!!!

P.s. Niente foto non so cosa abbia blogger ma non riesco a caricare foto... :( Foto  Caricata!!! :)