PENSIERI

Difese immunitarie basse anzi bassissime!!!

sabato, gennaio 30, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments

Ciao a tutti!!
questi gironi sono sparita, ma ho preso l'influnenza un gran mal di gola e febbre Erano dieci anni che non avevo avuto più febbre ma, da quando mi sono trasferita al Nord le difese immunitarie si sono completamente abbassate, mi prendo ogni tipo di influenza!!! uffi!!! :(
Per domani mattina ho intezione (sempre se mi sveglio ad orario decente) di fare una american breakfast...ovvero cucinare i pancakes...la ricetta è presa da un blog che naturalmente citerò... :)
A domani e buon sabato sera...cosa farete di bello? io andrò a vedere con il mio Amore "Baciami Ancora" per una che avrà visto "L'ultimo bacio" almeno 10 volte è doveroso!!! :)
Ciao Ciao!!!

2 commenti:

PENSIERI

27/01/1945-27/01/2010 Giornata della Memoria...Per non dimenticare

mercoledì, gennaio 27, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Oggi ho deciso di non postare nessuna ricetta, perchè oggi è un giorno da ricordare, il 27 gennaio 1945 le truppe dell'Armata Rossa entravano nei campi di concetramento di Auschwitz - Oswieçim Brzezinka - Birkenau e liberavano i prigionieri superstiti sopravvissuti allo sterminio del campo nazista.
Non ci sono parole per ricordare un così atroce orrore della storia dell'umanità, a parlare bastano i visi, gli occhi dei superstiti e le parole di Primo Levi

Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
nelle vostre tiepide case,
voi che trovate tornando a sera
il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
che lavora nel fango
che non conosce pace
che lotta per mezzo pane
che muore per un si o per un no.
Considerate se questa è una donna,
senza capelli e senza nome
senza più forza di ricordare
vuoti gli occhi e freddo il grembo
come una rana d'inverno.
Meditate che questo è stato:
vi comando queste parole.
Scolpitele nel vostro cuore
stando in casa andando per via,
coricandovi, alzandovi.
Ripetetele ai vostri figli.
O vi si sfaccia la casa,
la malattia vi impedisca,
i vostri nati torcano il viso da voi.


Non dimentichiamo, raccontiamo ai nostri figli e nipoti perchè devono sapere, perchè mai più devono accadere simili orrori.

0 commenti:

DOLCI

Direttamente dalla 2° lezione del corso di cucina: Torta di mele alsaziana

martedì, gennaio 26, 2010 Romina Sannipoli 8 Comments


Ieri sera sono stata alla seconda lezione del corso di cucina che sto frequentando, come ogni lezione si preparano 4 piatti e un dolce e visto che questa sera sono a cena dai suoceri ho deciso di rifare il dolce fatto a lezione e che ho trovato buonissimo. Infatti caratteristica di questo corso è quella di assaggiare alla fine delle preparazioni e spiegazioni i vari piatti e quindi oltre ad imparare c'è anche un momento di convivialità che rende tutto estremamente molto divertente...
Questa ricetta quindi è liberamente tratta dal libro di Roberta Molani "Corsi di cucina", fondatrice a Mestre della scuola Peccati di Gola, che ha le sue sedi in Veneto e in altre città di Italia, vi consiglio di consultare il sito della scuola nel caso in cui avete voglia di fare dei corsi, sono veramente bravi!

TORTA DI MELE ALSAZIANA

- pasta frolla
- 500 gr di mele renette sbucciate e affetate (io ne ho ultizzate 2 grandi)
- 50 gr di amretti sbriciolati
- 3 cucchiai di marmellata di albicocche
- 1 tuorlo
- 1 uovo intero
- 100 gr di zucchero
- 1 dl di panna
- 2 cucchiai di rum (che ho sostituito con del marsala secco, vistoc he in casa non ho molti liquori)

Per la pasta frolla la quale al corso ti insegnano a fare e non a comprare :) :) la ricetta è la seguente:

Mescolare fra di loro 300 gr di farina setacciata, 100 gr di zucchero e una buccia di limone e un pizzico di sale.
Con la punta delle dita incorporate 150 gr di burro freddo a pezzetti e incominciare a lavorare il composto. Come ci ha fatto vedere la maestra Lucrezia deve venire una consistenza come fosse del formaggio grattugiato. Legare poi con un uovo e se necessario con 1 cucchiaio di acqua. Lavorare l'impasto il minor tempo possibile così da non riscaldare il burro e lo zucchero. Coprire la pasta con la pellicola e lasciarla riposare in frigo per 20 minuti.
Io ho fatto la frolla a mano, in quanto ho scoperto di avere la metà degli attrezzi che servono per cucinare, ma se avete il robot da cucina (a proposito amici miei segnatelo come prossimo regalo!!!) potete farlo anche così, sicuramente fate prima e gli ingredienti si amalgano meglio, amche se non c'è niente di più bello in cucina che impastare e pasticciare un pò! :)

Tornado alla nostra torta di mele alsaziana di seguito la ricetta:

Con la pasta frolla foderate uno stampo per crostate (io ancora non ne ho in casa e ho usato quello in alluminio, speriamo la cottura sia venuta bene lo stesso). Spalmare sul fondo la marmellata di albicocche, spargervi gli amaretti sbriciolati e coprire con le fettine di mele. Passare in forno caldo a 180° per 25 minuti. Nel frattempo preparate una salsa mescolando la panna con 1 tuorlo e 1 uovo intero e 100 gr di zuccheroe 2 cucchiai di rum. Versare questa salsa sulla torta e rimetterla in forno per circa 20/25 minuti.

Dall'aspetto la torta sembra buona, per il gusto dovrò attendere stasera e domani vi farò sapere!!! :)

Per il Vino visto che questa ricetta ha origine dall'Alsazia, possiamo fare un abbinamento di territorio e abbinare un vino dell'Alsazia come ad esempio un Gewurztraminr.

Buona serata a tutti!!!

8 commenti:

SECONDI DI CARNE

Un pò di nostalgia...Involtini primavera di tacchino

lunedì, gennaio 25, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments


Buongiorno a tutti e buon inizio settimana!
come è iniziata la vostra? la mia meglio di ieri...alla fine la domenica che era iniziata nei migliori dei modi, con una bella dormita E una colazione dolcissima è proseguita in un mare di tristezza. Ieri la nostalgia e la malinconia dei miei cari è venuta a bussare alla porta e visto che sono una donna educata ho risposto facendola entrare e stravolgendomi la giornata...
Non si può spiegare cosa si prova nel lasciare la propria famiglia, trasferirsi in una nuova regione, cercare un nuovo lavoro, farsi delle nuove conoscenze...si è da una parte felici perchè si è riusciti ad andare a vivere con il proprio Amore, insieme si costruisce mano nella mano una nuova famglia, ma dall'altro ci si stacca da quelle che sono le proprie abitudini, i propri ritmi e soprattutto i propri affetti...e questo come potrete immaginare non è poi così semplice :)
C'è solo un ingrediente da utilizzare: la pazienza....pazienza nel abiturasi ai cambiamneti e alle difficoltà che inevitabilmente si vivono in questi momenti...

E visto che di nostalgia si sta parlando, ho rispolverato un vecchio ricettario e ho trovato una ricetta che mi faceva sempre la mia mamma per farmi mangiare la carne di tacchino (devo dire che non ho mai amato molto questa carne!), sono degli involtini che io ho ribattezzato, visto il sapore che ricorda quelli cinesi, INVOLTINI PRIMAVERA DI TACCHINO

INGREDIENTI:

- petto di tacchino
- carota
- porro
- brodo vegetale
- sale e pepe
- formaggio groviera o asiago
- olio extravergine di oliva

Fate cuocere in acqua fredda delle carote e del porro, una volta ultimata la cottura scolateli e passateli in acqua fredda, così da fermare la cottura e donargli un bel colore acceso, dopo di che tagliare a listarelle le verdure.
Prendere il petto di tacchino, salare e pepare, e mettere sopra ogni fetta qualche listarella di carota e di porro e una fetta di formaggio.
Chiudere l'involtino e fermarlo con uno stecchino.
Fare un soffritto con olio extravergine di oliva e del porro tagliato a rondelle e cuocere lentamente gli involtini aggiungendo mano a mano del brodo vegetale. Prima di mettere gli involtini nella padella sigellate i bordi appogiandoli per qualche minuto sulla padella con l'olio caldo, così si evita d far fuoriuscire la farcia ;)
A cottura ultimata tagliate l'involtino e cospargete sopra la salsa del fondo di cotttura alla quale avrete aggiunto un roux (ovvero unire un cucchiaio di farina e un pò di burro direttamente alla padella).

Il piatto è pronto, sono molto buoni io li mangio sempre volentieri e non è facile per me mangiare il tacchino, anzi se avete delle ricette da suggerire fatevi avanti!!! :)

A presto e buona gironata

0 commenti:

Se il buongiorno si vede dal mattino...

domenica, gennaio 24, 2010 Romina Sannipoli 3 Comments


Se il buongiorno si vede dal mattino...allora oggi dovrebbe essere una giornata all'insegna del riposo e del calduccio di casa...
Dopo qualche giorno passato in Umbria a casa dei miei, fra coccole e sorrisi eccomi ritornata a casetta con il mio amore!
Sveglia con calma questa mattina e colazione con del buon caffè un succo e un pò di marmellata e nocciolata, un pranzo tipico domenicale, pollo arrosto con patatine al forno e poi tanto riposo e tanta lettura...
Infatti inquesto periodo sto divorando un libro dietro l'altro, in 2 mesi mi sono letta Julie & Julia di J. Powell; l'ultimo di F. Volo Il tempo che vorrei e ora sto rileggendo il Diario di A. Frank...mi piace molto rileggere adesso in età adulta libri classici della letteratura, che magari venivano assegnati alle scuole come letture didattiche, il pensiero, l'occhio del lettore cambia sempre ancora di più crescendo, e il Diario di A. Frank mi sta emozionando oggi proprio come ieri...una storia meravigliosa e triste se si pensa che Anna così giovane ed eclettica intelligente e chiaccherona per colpa dell' UOMO non è mai potuta diventare una donna....

Buona domenica e se vi va Buona lettura anche a voi!!! :)

3 commenti:

Sorpresa!!!

venerdì, gennaio 22, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments

...poche righe solo per salutarvi e per dirvi che in questi giorni nessuna ricetta, nessun pensiero...ma una grande sorpresa!!! sono a casa dei miei in Umbria, dove gli ho fatto la sorpresa di passare qualche giorno in loro compagnia... buon fine settimana a tutti... a presto! :)

2 commenti:

PRIMI PIATTI

Oggi sgarriamo un pò....Linguine con porri e salmone alla panna

lunedì, gennaio 18, 2010 Romina Sannipoli 6 Comments


Ciao a tutti!!!
passato un buon week-end? il mio è stato splendido, sono venuti a trovarmi mia sorella, mio cognato e il piccolo nipo e siamo stati benissimo...il nipo diventa oramai sempre più simaptico e intelligente è in quella fase della vita (15 mesi) in cui apprende ad una velocità impressionante, ride, gioca, e fa tanti di quei discorsi che solo lui comprende però!!! :) Chissà se oggi alle maestre del nido avrà racontato a suo modo che è stato dalla zia Romy, che ha visto un centro commerciale pieno di luci, colori e gente e che la sua "Zia Chef" gli ha cucinato una fantastica frittatina al grana con tanto di rotazione della padella che lo faceva ridere e divertire?! :)
Non ne ho parlato mai molto, ma come avrete capito sono pazza del mio nipo, quindi meglio tagliare qui il discorso perchè altrimenti rischio di scrivere ore e ore...

Questa sera inizia finalmente il mio corso di cucina, domani spero di avere un pò di tempo per dirvi le mie impressioni, nel frattempo vi lascio una ricetta, fatta qualche settimana fa e conclude almeno fino al prossimo Natale le ricette con il salmone, visto che ne abbiamo mangiato in quantità industriali! :)

LINGUINE CON PORRI E SALMONE ALLA PANNA

INGREDIENTI: (PER DUE PERSONE)

- linguine
- 1 porro
- salmone affumicato
- panna da cucina
- olio extravergine di oliva
- prezzemolo

Fate cuocere il porro tagliato a rondelle con del'acqua, quando sarà ben cotto, aggiungete dell'olio extravergine di oliva e il salmone affumicato tagliato a listarelle.
Aggiungere la panna da cucina e aggiustare di sale e pepe.
Scolare la pasta e mantecarla nel sugo, mettere a fine cottura del prezzemolo tritato e servire ben calda!!!

Una pasta veramente veloce da preparare ma a dir poco goduriosa!!!

Di solito come avrete notato non faccio mai ricette con la panna da cucina, o piatti con l'utilizzo di condimenti calorici come burro, o non faccio mai ad esempio molti soffritti, ma tendo sempre a far cuocere senza nulla in padella o al limite con un pò di acqua e condire poi con dell'olio a crudo, naturalmente il fatto di avere il cosìdetto olio "buono" rende ogni piatto veramente eccezionale, ma per questa volta ho fatto un'eccezione e devo dire che comunque il mio pancino e quello del mio amore hanno gradito!!!

Buon appetito!!!

6 commenti:

PENSIERI

" E' la Gioia"

martedì, gennaio 12, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments

" Julia mi ha insegnato quale sia la dote indispensabile per trovare la propria strada nel mondo, e non è come credevo. Io credevo fosse tutta una questione di...non saprei, di fiducia in se stessi, forza di volontà, o fortuna. Tutte cose molto utili, non c'è dubbio. Ma c'è qualcos'altro, qualcosa di imprescindibile.
E' la Gioia.
E' il termine più azzeccato per descrivere la soddisfazione inebriante, quasi violenta percepibile nel primo libro di Julia. leggo le sue istruzioni per fare la besciamella e avverto l'animo pulsante di una donna che ha trovato la sua strada
."

A me stessa che ancora non sa bene cosa farà nella sua vita e a tutte le altre persone a me care e a quelle che magari non conosco ma leggono queste righe, le quali non sono soddisfatte del loro lavoro, sono deluse, si sentono svuotate...auguro semplicemente di trovare la vera Gioia, l'unica che riesce a dare un senso alla nostra esistenza...l'unica a renderci vivi!!!
Ho appena finito il libro da cui è tratta la citazione che ho scritto sopra, Julie & Julia di Julia Powell, strana coincidenza, il mio blog è iniziato citando proprio questo libro e l'ho finito di leggere proprio a pochi giorni dall'inizio del mio corso di cucina, corso che anche Julia Powell nella sua vita ha fatto per iniziare un nuovo progetto, per seguire la sua strada....chissà magari le coincidenze non finiranno qui...magari fra qualche anno anche io scriverò un libro di ricette naturalmente ricette firmate dalla vostra Romy Chef!!! :)
Lasciatemi sognare......................................................Buona notte a tutti e fate dei bei sogni............................................

2 commenti:

SECONDI DI CARNE

Vediamo se il mio amico Fabri le cucinerà questa sera...

martedì, gennaio 12, 2010 Romina Sannipoli 2 Comments


Mentre ero immersa nella mia navigazione pomeridiana nel web il mio caro amico Fabri esordisce in chat con un quesito: << ho 10 persone a cena che cucino?>> Visto che i suoi amici non gradivano della pasta per cena mi è venuto in mente un secondo di carne che ho cucinato per il cenone di capodanno, ma che non avevo ancora postato nel blog.
E' una carne nel mio genere "semplice e gustoso" FETTINE DI FILETTO DI MAIALE ALL'ARANCIA

INGREDIENTI: x 12 fettine

- fettine di filetto di maiale
- 2 scalogni
- alloro
- 1 arancia
- olio extravergine di oliva
- sale e pepe

Soffriggete in una padella gli scalogni a rondelle con dell'olio, aggiungete la foglia di alloro e la buccia di mezza arancia.
Rosolate poi le fettine a fuoco veloceper 2' per parte bagnatele poi con il succo dell'arancia e lasciate cuocere per altri 2' per parte sempre a fuoco vivo.
Aggiustate di sale e pepe.
La ricetta diceva che la carne andava cotta poco in totatale infatti sono 8 minuti perchè altrimenti la carne diventava dura. Io in realtà ho aumentato un pò i tempi di cottura in quanto la carne di maiale la preferisco ben cotta!!! :)

Servite la carne ben calda magari con qualche filetto di scorza di arancia o uno spicchio di agrume pelato a vivo.
Per contorno delle patate al rosmarino che con il maiale si sposano sempre bene!!! :)

Chissà se il mio amico farà questa ricetta??? attendo notizie!!! ;)

2 commenti:

PENSIERI

"Forse dovresti iniziare un corso...."

sabato, gennaio 09, 2010 Romina Sannipoli 6 Comments


" Paul prese del formaggio e lo spalmò sul pane. << Ci ho pensato anche io. Forse dovresti entrare in qualche gruppo di donne, oppure iniziare un corso. Qualcosa per tenerti la mente occupata. Deve essere noioso stare bloccati qui, tutto il giorno, da soli.>>
<< Oh sono bravissima a tenermi occupata, non ti preoccupare!>> Julia poggiò il mento sulla mano. << Eppure, sai che ti dico? Forse hai ragione. Devo pensare a un buon progetto per me. E' di questo che ho bisogno.>>

...E così ho fatto...stanca di stare qui a casa, a lamentarmi perchè il lavoro ancora non c'è, stanca di essere sempre sola in una città che non conosco, ho deciso di dedicarmi a me e di sfruttare questo mio periodo "libero" da impegni lavorativi per dedicarmi a ciò che più mi piace fare, a ciò che mi realizza e che mi appasiona, così navigando in internet ho trovato una scuola di cucina, il cui nome non mi sembrava nuovo, infatti lo avevo già sentito nominare nella mia Umbria e ieri l'ho fatto, mi sono iscritta ad un corso di cucina base, 7 lezioni, 1 giorno alla settimana, una formula molto particolare che in seguito vi andrò a spiegare!!!
La signora che ci ospita a casa per il corso e che ci insegnerà, dalla voce sembra essere veramente simpatica ed estroversa e già mi ha messo allegria!
Finalmente è arrivato il tempo di dedicarmi ad un progetto tutto mio ne avevo proprio BISOGNO...del resto solo se siamo felici possiamo rendere felici le persone che ci sono accanto!!! :)
Buon fine settimana a tutti...

6 commenti:

UOVA

Ancora ricette con salmone...Uova strapazzate con porri e salmone in cestini di grana

venerdì, gennaio 08, 2010 Romina Sannipoli 6 Comments


Eccomi qui per una ricetta che ho inventato ieri sera aprendo il frigo, che incomincia ad essere sprovvisto visto che siamo arrivati al venerdì e così rimanevano delle uova, dei porri (ultimamente non mancano mai all'appello) ed ancora il salmone affumicato (credo che dovrò fare una cena ed invitare amici per finirlo!!!), così ho deciso di fare questa ricetta: UOVA STRAPAZZATE AI PORRI CON SALMONE servite in dei cestini di grana.

INGREDIENTI
(PER DUE PERSONE):

- 3 uova
- 1 porro
- 1/2 bicchiere di latte
- sale e pepe
- salmone affumicato
- prezzemolo
- olio extravergine di oliva
- grana grattugiato per fare i cestini

Cuocere con dell'acqua i porri tagliati finemente, salare.
Nel frattempo preparate i cestini di grana. Questo procedimento l'ho visto fare in tv tanti anni fa, ero ancora una "bambina", l'ho trovata un'idea geniale, da utilizzare per servire risotti, verdure...farete un figurone con i vostri amici e parenti!!! :)
Scaldate una padella antiaderente e distribuite sul fondo a cerchio del grana grattugiato, deve essere una quantità consistente e deve essere lasciato cuocere a fuoco moderato, quando vedete che si dorerà prendete delicatamente la fittatina di formaggio, aiutandovi magari con delle pinze, con una spatola o con le dita (tutti i cuochi hanno le dita di amianto!!) e mettete la frittatina sopra uno stampino come ad esempio una coppetta e lasciate raffreddare, vedrete che il cestino diventerà consistente e verrà utilizzato per mettere all'interno le uova strapazzate.

Per le uova invece, sbattere le uove aggiungendo il latte (che ho sostituito alla panna, la quale viene usata nelle uova strapazzate) e un pò di pepe.
Aggiungere alla padella con i porri dell'olio extravergine di oliva e far cuocere avendo cura di mescolare delicatamente le uova fino a quando diverranno cremose.
Impiattate le uova all'interno dei cestini di grana, ponete sopra dei filetti di salmone affumicato e del prezzemolo tritato.

Sono veramente buone, e il cestino di formaggio oltre ad essere bello da presentare è strepitoso da mangiare!!! :)
Per il vino vi consiglio un rosato, vini adatti per i cibi in cui predomina il gusto affumicato e deciso.
Un esempio può essere Riviera del garda Bresciano Chiaretto DOC o un Bardolino Chiaretto DOC.

Vi do un consiglio, utilizzate questo modo di cuocere il formaggio, magari facendo delle cialde, anche come aperitivo per i vostri amici, aggiungendo sopra del miele!!
Un idea semplice ma sfiziosa!!! ;)

6 commenti:

PRIMI PIATTI

Conchiglie al Salmone affumicato in crema di fagioli bianchi...Buona Befana!!!

mercoledì, gennaio 06, 2010 Romina Sannipoli 7 Comments


" Ma che bontà ma che bontà ma che cosa è questa cremina qua..." ...crema di fagioli!!! :)
Parafrasando la canzone di Mina inizio così la descrizione di questa pasta fatta qualche giorno fa, pasta semplice e veloce da realizzare, ma di una BONTA' eccezionale!!!
Fra i vari cesti gastronomici ricevuti (regalo sempre apprezzato) ce ne era uno che aveva del salmone affumicato buonissimo e per altro ancora da finire, quindi preparatevi nei prossimi giorni una compilation di ricette con il salmone.
Questa pasta nasce quindi dalla mia passione per i fagioli con la pasta, e il salmone affumicato et voilà ecco il risultato CONCHIGLIE AL SALMONE AFFUMICATO IN CREMA DI FAGIOLI BIANCHI

INGREDIENTI (PER 2 PERSONE):

- 1 barattolo di fagioli bianchi precotti(vanno benissimo i cannellini)
- salmone affumicato
- un mestolo di brodo vegetale
- 1 rametto di rosmarino
- 1 spicchio di aglio
- prezzemolo tritato
- olio extravergine di oliva

Passate al minipimer i fagioli aggiungendo un mestolo di brodo(naturalmente non occorre fare il brodo per utilizzarne solo un mestolo, basta aggiungere dell'acqua calda e un pò di prepararo per brodo)
Scaldare in padella 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva con un rametto di rosmarino e aromatizzare la crema di fagioli con l'olio.
Cuocere la pasta al dente(io ho cucinato delle conchiglie, ma va bene qualsiasi formato purchè raccolga bene il sugo) e mantecarla in padella con la crema di fagioli, aggiungere il salmone tagliato a listarelle e del prezzemolo tritato.

Buona Epifania a tutti!!!

7 commenti:

ANTIPASTI

Feste Natalizie...famiglia, amici, luci, regali e...buon cibo e vino!!!

domenica, gennaio 03, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Ciao a tutti!!!
la vostra RomyChef è tornata, dopo Natale e Capodanno passati in famiglia e con amici eccomi qui di nuovo, per augurarvi buon anno!!!
Come è iniziato il vostro 2010? Il mio con un grande entusiamo, a volte si dice anno nuovo e vita nuova, per me la mia "vita nuova" è iniziata proprio a cavallo del 2009/2010 e questi nuovo anno è iniziato con buoni propositi...che voglio racchiudere in una frase di Jorge Luis Borges " Ho commesso il peggiore dei peccati che possa commettere un uomo. Non sono stato felice"
Quindi niente più facce tristi, paure e preoccupazioni ma solo ottimismo e serenità, forse sono proprie questi due stati d'animo a rendere più facile la nostra vita.

In queste feste anche se sono stata in trasferta e ha cucinato la mia mamma, qualche volta anche RomyChef ha regalato qualche sua ricetta ai suo commensali...oggi vi voglio proporre degli antipasti molto semplici che ho cucinato per Santo Stefano e per la sera di Capodanno...

A Santo Stefano non è facile rimettersi a tavola dopo il cenone e il pranzo di Natale, ma si sa bisogna pur mangiare e soprattutto in frigo avanza sempre qualcosa ecco allora che ho preparato un antipasto e visto che in cucina si danno dei nomi alle ricette e ai vari piatti il mio sarà FANTASIE NATALIZIE DELLO CHEF :

- COMETE DI FRITTATA AL TARTUFO

Fare una frittata, sbattendo le uova e della salsa tartufata, aggiungere del grana grattugiato e un pizzico di sale.
Tagliare con degli stampini a forma di stella cometa (o latre forme) la frittata e servire tiepida.

- SALMONE AFFUMICATO AGLI AGRUMI

Prendere del Salmone affumicato (che sono sicura che per le feste avrete in frigo)lasciatelo marinare per 1/2 ora con il succo di limone/arancia/pompelmo.
Splverate poi con del pepe nero e un pò di olio.

- ZUCCHINE SALTATE ALL'ACETO BALSAMICO

Tagliate a listarelle sottili le zucchine e fatele saltare in padella con dell'olio a fuoco vivace e aggiungete poi dell'aceto balsamico.
Aggiustate di sale e pepe.

Ecco la foto del piatto con i tre antipasti...leggeri e gustosi proprio come piacciono a me!!! :)



A capodanno invece sono stata a casa con dei cari amici e con il loro aiuto abbiamo preparato un meraviglioso cenone Umbro-Veneto!!! :)
Fra gli antipasti ho preparato una mini quiche molto gustosa eccola qui...

QUICHE CON RADICCHIO E SPECK



INGREDIENTI: (per 6 mini quiche)

- pasta sfoglia già pronta
- 3 uova
- 1/2 radicchio rosso
- speck a cubetti
- formaggio grattugiato
- latte
- pepe e sale

Raccogliere in un recipiente 3 uova, del radicchio tagliato a sottile, e lo speck aggiungere qualche cucchiaio di formaggio e un pò di latte, sale e pepe.
Foderare con della carta da forno gli stampi e mettere sopra la pasta sfoglia e versare il composto.
Cuocere in forno a 180 °C per circa 1/2 ora. Servire anche tiepida.
Ora vi saluto...vado a preparare una cenetta... :)

0 commenti:

Buon anno!!!

venerdì, gennaio 01, 2010 Romina Sannipoli 0 Comments

Buon anno a tutti...ci vediamo nel 2010 con tante ricette e chiacchere!!! :)

0 commenti: