PRIMI PIATTI

Chitarrine con gamberi e zucchine al profumo di limone...Buon Natale!!!

giovedì, dicembre 24, 2009 Romina Sannipoli 3 Comments


Oggi 24 dicembre, Vigilia di Natale, notte di amore che tutti grandi e piccini aspettano con stupore...notte fatta di cenoni, alberi di Natale, luci, regali...per questa notte Santa la vostra Romy chef :) vi lascia una ricetta che ha cucinato per pranzo, un primo gustoso e leggero come vuole la mia filosofia :) magari da prendere come spunto per i ritardatari che stasera non sanno ancora cosa cucinare ;)

CHITARRINE CON GAMBERI E ZUCCHINE AL PROFUMO DI LIMONE

INGREDIENTI:(PER DUE PERSONE)

- 300 gr code di gambero (king prawn)
- 1 zucchina
- 1 limone
- 1/2 bichiere marsala secco
- olio extravergine di oliva
- aglio
- prezzemolo
- sale e pepe

Togliete come sempre il budellino nero ai gamberi, sgusciateli, alucni vanno tagliati a metà altri lasciati interi.
Riscaldate in padella un filo di olio con un aglio in camicia aggiungere i gamberi e fate cuocere a fuoco vivace per alcuni minuti, aggiungere 1/2 bicchiere di marsala secco.
Aggiungere poi le zucchine tagliate a listarelle sottili e fare cuocere il tutto per circa 10/15 minuti aggiungendo se necessario un pò di acqua di cottura della pasta.
A fine cottura aggiungere un pò di buccia di limone grattugiata, qualche goccia di limone spremuto e sale.
Scolare la pasta e mantecarla in padella con il sugo e dell' olio extravergine di oliva.
Servire con l'aggiunta di un pò di scorza di limone grattugiata e del pepe nero.

Con questa ricetta, vi saluto, e vi auguro un Buon Natale a tutti a chi è felice e a chi è triste, a chi è in famiglia e a chi è solo, a chi sta male e spera...la Luce viene oggi per illuminare il nostro cuore...Buon Natale!!!

3 commenti:

PENSIERI

Quando l'arte della cucina entra nei Film...

martedì, dicembre 22, 2009 Romina Sannipoli 2 Comments


C'è un film che oggi pomeriggio mi sono vista sul digitale, "Sapori e dissapori" con C-Z Jones commedia molto carina, nulla di pretenzioso ma che si lascia guardare piacevolmente e c'è una frase che mi è piaciuta molto...
<Quello che stavo per dirle, e lei lo sa meglio di tutti, è che sono le ricette che uno si inventa quelle che funzionano meglio di tutte.>>

...proprio così in certi momenti, dobbiamo essere noi ad inventarci la nostra vita a dare sfogo alla fantasia per impegnare il nostro tempo...e questo mio blog vuole essere proprio questo...mettere un pizzico di sale e fantasia nella mia nuova vita!!! :)

2 commenti:

SECONDI DI PESCE

Venerdi'...Pesce!!! Seppie con piselli e polenta

martedì, dicembre 22, 2009 Romina Sannipoli 0 Comments


Quanti di voi il venerdì mangiamo pesce? credo che sarà un coro di sì quello che risponderà alla domanda.
Di solito in Italia il martedì e/o il venerdì si mangia pesce, io sono sinecra lo cucino troppo poco, ma ho la fortuna di andare spesso il martedì a cena dai suoceri dove si mangia pesce!!! ;)
Lo scorso venerdì ho deciso però di preparare un piatto che spesso alla mia mamma le chiedevo di cucinare perchè mi piace molto e sono le SEPPIE IN UMIDO CON PISELLI

INGREDIENTI: (PER DUE PERSONE)

- 600 gr di seppie già tagliate (le seppie in cottura calano molto quindi abbondate con le quantità e comunque chiedete consiglio in pescheria! )
- 250 gr pisellini primavera
- 1/2 bicchiere vino bianco
- aglio
- cipolla
- prezzemolo
- passata di pomodoro
- olio extravergine di oliva
- polenta precotta

Mettere in una padella l'aglio intero e la cipolla tritata, aggiungere le seppie e fare cuocere, aggiungere di sale e il 1/2 bicchiere di vino bianco e fare evaporare fino a quando non sentite più l'odore di alcool.
Coprire le seppie con dell'acqua e portare ad ebollizione, far cuocere a fuoco lento e coperte per circa 1 ora.
Aggiungere poi i pisellini, la passata di pomodoro e sale e pepe.
Come sempre a fine cottura aggiungere l'olio extravergine di oliva e del prezzemolo tritato.

Servite ben calde accompagnando, come si usa fare qui in Veneto, con della polenta (io ho acquistato quella in panetti già cotta) fatta grigliare su una bistecchiera antiaderente.

N.B. visto che ne erano avanzate un pò, il giorno dopo a pranzo ho condito della pasta corta all'uovo con le seppie in umido...e devo dire che era veramente otiima!!!
Per la teoria che non si butta mai via niente!!! ;)

0 commenti:

PENSIERI

Neve Neve Neve....

domenica, dicembre 20, 2009 Romina Sannipoli 0 Comments

"Grazie per la neve che sta scendendo. Mi è sempre piaciuta, ma adesso mi sembra proprio puntuale. Tempestiva. Porta pulizia. Porta bianco. Costringe all'attenzione. Ai tempi lunghi. Lima rumori e colori. Lima le bave dei sensi. C'è n'è bisogno. Ancora per un pò" - L. Ligabue -




Ieri mi sono svegliata e tutto intorno era silenzio, non c'erano le macchine che accompagnavano a scuola i bambini, non c'erano le grida dei ragazzi che entravano al liceo, e di quelli che bigiavano il liceo ;) c'era solo silenzio e pace...ho guardato dalla finestra e quello che vedevo fuori era lo stesso colore della tenda...bianco!
Un bianco candido, sofficie, un cielo grigio, e la neve che scendeva piano piano e si posava sopra ogni cosa, sui tetti, sulle strade, sui prati, sulle persone...era da tanto che non vedevo la neve, anche perchè da me ad Assisi quando nevica in pianura il massimo che raggiunge sono 3 cm (ma per noi è tantissimo) Qui invece era bellissimo ed io sono corsa a chiamare il mio Amore con l'entusismo di una bambina di 5 anni!
Ieri il tempo è trascorso lentamente, camminando per ore fra le strade ricoperte di neve, in cerca di regali, a fare foto, a bere cioccolata calda, a guardare un film accocolati sul divano...piccole gioie che riscaldono il cuore...
Buona neve a tutti!!!

0 commenti:

CONTEST

Post@ la past@: Penne alla norcina con radicchio rosso in crema di ricotta

lunedì, dicembre 14, 2009 Romina Sannipoli 5 Comments

Eccomi qui dopo un fine settimana passato come tanti altri italiani ad acquistare regali di Natale, preparatevi cari miei amici e parenti a ricevere questo anno piccoli doni, ma ugualmente utili e soprattutto pensati per voi!!!

Il lunedì è iniziato con un obiettivo preparare una pasta che mi permetterà di partecipare al mio primo contest ovvero quello di Post@ la Past@ proposto da tzatzikiacolazione http://tzatzikiacolazione.blogspot.com/2009/11/post-la-past.html ,blog scoperto all'inizio di questa mia avevntura e mai più lasciato e pasta Garofalo http://www.pastagarofalo.it/landing.html.



Il contest prevede di realizzare ricette della tradizione rivisitate che abbiano come protagonista la pasta.

E allora ho pensato perchè non fare una sorta di matrimonio tra le mie due regioni del cuore? La mia Umbria la terra che amo e nella quale sono cresciuta per 30 anni e il Veneto, regione in cui mi sono trasferita da pochi mesi per iniziare la mia nuova vita con il mio Amore.

Ecco allora nascere una pasta tipica umbra Le penne alla Norcina rivisitate nella tradizione veneta.

La ricetta originale delle Penne alla norcina, tipica della zona di Norcia prevede i seguenti ingredienti:


- penne rigate

- salsiccie fresche di maiale

- panna da cucina

- olio extravergine di oliva

- un pizzico di noce moscata

- pecorino

Io ho rivisitato questa ricetta rendendola più leggera rispetto all'originale, sostituendo alla panna da cucina una crema di ricotta, aggiungendo il radicchio rosso di Treviso tardivo I.G.P. prodotto straordinario della regione veneto ribattezzato anche "il fiore d'inverno" e utilizzando anche la loro salsiccia veneta. Ho inoltre eliminato l'uso della noce moscata in quanto la salsiccia veneta è già di per se ricca di spezie e quindi sarebbe andata a coprire il sapore degli altri ingredienti e ho aggiunto una spolverata di parmigiano invece che di pecorino.

Ecco allora la mia ricetta completa: Penne alla norcina con radicchio rosso in crema di ricotta


INGREDIENTI (per 2 persone)

- 140 gr penne rigate

- 1 e 1/2 salsiccia fresca di maiale veneta

- radicchio rosso di Treviso tardivo I.G.P.

- 200 gr ricotta mista

- 1/2 bicchiere di latte

- olio extravergine di oliva

- sale e pepe

- parmigiano



Fate stufare il radicchio rosso tardivo tagliato a pezzetti grandi per 5 minuti.

Nel frattempo fate cuocere in un filo di olio extravergine di oliva le salsiccie precedentemente private del loro budello e tagliate a pezzetti.

Aggiungete a fine cottura il radicchio e aggiustate di sale e pepe q.b.

Preparate la crema di ricotta, ovvero amalgamate alla ricotta 1/2 bicchiere di latte e mescolate fino a formare una crema semi - liquida.

Lessate la pasta al dente e mantecatela con un pò della sua acqua di cottura nel sugo di salsiccia e radicchio, aggiungete poi la crema di ricotta.
Servite calda spolverizzando il tutto con un pò di parmigiano e un pizzico di pepe nero.

Et Voilà...la pasta è pronta, vi assicuro che è facile e veloce da realizzare e risulta essere molto gustosa, allora possiamo proprio dirlo fra Umbria e Veneto al contrario di quello che diceva il Manzoni "questo matrimonio s'ha da fare"!!!






5 commenti:

CONTORNI

Il fu...La parmigiana

venerdì, dicembre 11, 2009 Romina Sannipoli 2 Comments


Chi di voi non ha mai mangiato o cucinato la parmigiana? Piatto di tradizione antica conteso da più regioni, ma a quanto pare sembra essere tutto siciliano, ottimo in inverno, ideale per contorni, ma anche come piatto unico da preparare in precedenza e tirare fuori ad ogni evenienza.
Oggi complice anche il mio cognatino e le sue incursioni nei ristoranti italiani ho realizzato una variante della parmigiana, molto più leggera che ho chiamato TORRETTA DI MELANZANE

INGREDIENTI:

- melanzane lunghe
- passata di pomodoro
- basilico
- mozzarella (meglio ancora se di bufala)
- sale e pepe
- olio extravergine di oliva
- pecorino

Mettete per circa 1/2 ora le melanzane tagliate a fette sotto il sale grosso, così che possa andare via un pò del loro gusto amarognolo.
Cuocete poi le melanzane per qualche minuto in una piastra antiaderente.
Iniziate ora la torretta, alternando una fetta di melanzana, un cucchiaio di passata, una fetta di mozzarella, del basilico, sale e pepe, fate circa 3/4 strati.
Cospargete poi con dell'olio extravergine di oliva e cuocete in forno a 200 °C per 30/40 minuti.
Tirate fuori e mettete in cima alla torretta delle scaglie di pecorino, del pepe e un filo di olio....e buon appettito!
Un esempio di come un piatto della tradizone può essere rivisitato semplicemente presentandolo in maniera diversa...
Ora torno in cucina, vado a controllare i fusi di pollo che sono in forno...nel frattempo sono alla ricerca anche di una salsa di porro, sono un'amante del porro secondo me prodotto versatile in cucina e vorrei tanto aggiungerlo ai fusi di pollo....magari mi verrà in mente qualcosa, nel frattempo se qualcuno ha dei suggerimenti :)

2 commenti:

DOLCI

Aspettando il Natale....Biscotti al cacao e cannella

venerdì, dicembre 11, 2009 Romina Sannipoli 17 Comments


Uno degli aspetti positivi di questo mio monento di disoccupazione è la possibilità di avere più tempo libero da dedicare a ciò che più mi piace fare, ovvero cucinare!!!
Complici quindi il tempo libero, l'atmosfera natalizia che si respira fra le vie della mia nuova città, l'albero fatto in casa e la mia rivista preferita "La cucina italiana" che sotto le feste è ricca di ricette golose e sfiziose ecco che ho provato a realizzare questi BISCOTTI AL CACAO E CANNELLA

Di solito come avrete notato non specifico mai gli ingredienti, faccio molto ad occhio, ma ci sono delle ricette, soprattutto in pasticceria dove le quantità sono sacre, anche solo 1/2 g in più o meno può condizionare la riuscita di un piatto quindi per voi questa volta gli ingredienti sono fedeli alla ricetta!!!

INGREDIENTI:(per 16 pezzi)

- g 100 farina 00
- g 50 burro
- g 50 zucchero semolato
- g 3 cacao in polvere
- g 3 cannella in polvere
- g 3 lievito in polvere per dolci
- un uovo
- zucchero di canna
- un pizzico di sale

Amalgamate il burro morbido con lo zucchero semolato, poi unite la farina, il cacao, la cannella ed il lievito tutti setacciati, un pizzico di sale e 1/2 uovo sbattuto.
Fate riposare la pasta in frigo per circa 2 ore.
Stendetela di circa 4 mm di spessore e ritagliatela con delle forme natalizie. Io i resti della pasta li ho spianati di nuovo e ritagliate ancora...
Spennellate con la rimanenza dell'uovo sbattuto e passate il biscotto nello zucchero di canna.
Infornate a 180 °C per 10 minuti circa.
Fate raffreddare i biscotti e se volete potete metterli in una scatola di latta a chiusura ermetica, si conserveranno per 5 gironi e potrebbero essere un'ottima idea regalo per Natale!!!
Sono veramente buoni...pure troppo vero Amore mio???!!!

17 commenti:

Telethon finanzia la ricerca scientifica sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche

Telethon finanzia la ricerca scientifica sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche

0 commenti:

SOCIALE

Aiutiamo la ricerca...

venerdì, dicembre 11, 2009 Romina Sannipoli 0 Comments

Da Oggi fino a domenica le reti RAI iniziano la maratona Telethon, sono 20 anni che questa maratona raccoglie fondi per la ricerca sulle malattie genetiche... per i figli che sono nati e per quelli che devono ancora nascere....aiuta la ricerca...basta un sms al 48548!!!
Telethon finanzia la ricerca scientifica sulla distrofia muscolare e le altre malattie genetiche

0 commenti:

PRIMI PIATTI

Da Dublino...GNOCCHI ALLA SORRENTINA

giovedì, dicembre 10, 2009 Romina Sannipoli 19 Comments


Leggendo il mio blog avrete appreso che sono stata per un anno a Dublino, esperienza indimenticabile, lì oltre a studiare ho anche lavorato in un ristorante gestito da italo-irlandesi molto simpatici.
Uno dei loro piatti forti della tradizione italiana erano gli GNOCCHI ALLA SORRENTINA. Sinceramente non li avevo mai mangiati prima (si lo so mea culpa)ma credetemi sono un primo buonissimo e veloce da realizzare. Io li faccio spesso ma usando della mozzarella di bufala (di cui vado pazza) al posto della classica mozzarella.

INGREDIENTI:

- gnocchi (NATURALMENTE SE RIUSCITE QUELLI FATTI IN CASA)
- passata di pomodoro (VEDI SOPRA OVVERO SE RIUSCITE SEMPRE FATTA IN CASA!!! IO HO LA FORTUNA DI AVERE QUELLA CHE FANNO I MIEI GENITORI!!!)
- mozzarella di bufala
- olio extravergine di oliva
- basilico
- sale e pepe

In una padella riscaldate un pò di olio e poi aggiungete la passata di pomodoro, aggiustate di sale e pepe,non esagerate con il sale perchè la mozzarella di bufala è salata, nel frattempo tagliate a dadini la mozzarella. Appena vedete che gli gnocchi vengono a galla, toglieteli e aggiungeteli alla passata, aggiungere una parte della mozzarella.
Servire caldi con l'aggiunta della mozzarella e del basilico e accompagnate il tutto con del vino del territorio campano, terra che mi ha fatto conoscere e amare i vini bianchi. Vi consiglio un FALANGHINA SANNIO di Feudi di San Gregorio, uno dei vitigni più antichi campani, all'olfatto risulta fruttato e al gusto rimane secco e con una forte persistenza aromatica.
Il segreto di questa semplice ricetta è la qualità degli ingredienti!!!
Ora vi saluto vado a rivedere un pò di foto di Dublino, la nostalgia di quei giorni è tornata a farmi visita...a presto buona notte a tutti...

19 commenti:

PRIMI PIATTI

Si deve pur sempre mangiare...

mercoledì, dicembre 09, 2009 Romina Sannipoli 0 Comments


Come vi dicevo in questa settimana sono stata poco presente perchè mi sono dedicata ad altre cose piacevoli, ma si deve pur sempre mangiare!!!
Tempo per cucinare ce ne è stato poco, tornavamo tardi a casa e quindi ho preparato delle cose veloci, ma gustose.
Del resto come avrete notato solitamente faccio sempre ricette semplici e facili da realizzare perchè la mia è una cucina pensata per tutti anche per quelli che non amano cucinare o hanno poco tempo...ma che vogliono ugualmente mangiare bene e in modo gustoso :D
Ecco quindi uno dei primi che ho cucinato in questa settimana...

PASTA ALLA RICOTTA GRATINATA

INGREDIENTI:

- pasta corta tipo ruote/conchiglie
- scalogno
- parmigiano grattugiato
- pangrattato
- prezzemolo e basilico tritato
- burro
- olio extravergine di oliva
- latte
- ricotta
- sale e pepe

Fate cuocere la pasta al dente.
Nel frattempo tagliate finemente uno scalogno e aggiungete della ricotta e 1/2 bicchiere di latte, sale e pepe. Amalgamate il tutto fino a formare una crema.
Preparate una panure ovvero un misto di pagrattato, parmigiano grattugiato, prezzemolo e basilico tritati un pò di sale e pepe.
Imburrate una teglia da forno e mettete la pasta, incorporate la crema di ricotta e poi cospargete con la panure e un pò di olio extravergine di oliva.
Mettete in forno a 200 °C gratinato/ventilato per 10 minuti e servite calda!!!

0 commenti:

NATALE

Rosso, Blu, Oro.....Argento!!!!

mercoledì, dicembre 09, 2009 Romina Sannipoli 0 Comments





Ciao a tutti!!!
Eccomi qui dopo una settimana un pò impegnativa, fatta di acquisti per i regali di natale, giri nei centri commerciali, serate al cinema a vedere un film che regala tante risate come quello di "Cado dalle nubi" con Checco Zalone (una vera rivelazione!!!), giornate passate con il mio Amore ed alcuni amici che non vedevo da anni e fatta di...albero di natale!!!
Anche quest'anno il Natale sta arrivando e ad accompagnarlo luci, musiche, freddo e candore...ma sopratutto per me è il mio primo natale nella nostra nuova casa ed il primo nostro albero...e dopo mille discussioni sul colore dell'albero si è giunti ad una conclusione....le palline saranno di colore argento!!! :)
e che la magia e la bontà del santo Natale raggiunga i vostri cuori...

0 commenti:

POESIE

Quando il Vino diventa Poesia

mercoledì, dicembre 02, 2009 Romina Sannipoli 2 Comments

Qui di seguito vi riporto una poesia straordinaria di Robero Benigni dedicata a uno dei vini autoctoni italiani per eccellenza...il sangiovese...

AL SANGIOVESE

"Io son toscano, ce ne sono tanti
e naqui proprio nel decimo mese
ho sentito parlar sempre del Chianti
mi son trovato a fare il Sangiovese.

Sono anche astemio, io non bevo vino
quindi il più adatto a dirne la goduria
un poco come fa Sant'Agostino
quando parla di vizio e lussuria.

A me basta un rosso acino appeso
l'odor dei tralci e quale colibrì
volo nel cielo, come avessi preso
quaranta grammi d'elle esse dì.

Base di tutti i vini il Sangiovese
dei vitigni mondiali egli è la stella
ci fanno il Chianti, il vino piemontese
forse ci fanno pure la nutella.

Il Sangiovese è scevro da magagne
d'ogni virtù dei vini è la scintilla
al suo confronto anche lo champagne
diventa una volgare camomilla.

Bevete il Sangiovese quello scuro
d'anni ne camperete centomila
fa bene alla salute, e v'assicuro
fa far l'amore dieci volte in fila."

Allora che facciamo stasera beviamo tutti del Sangiovese??!! :)

2 commenti:

APERITIVO

Aperitivo con sorpresa...

mercoledì, dicembre 02, 2009 Romina Sannipoli 2 Comments


Ciao a tutti,
una delle cose che mi piace di più cucinare sono gli antipasti e ieri sera complice un rotolo di pasta sfoglia acquistata e mai utilizzata ho deciso di fare delle sfogliatine veramente gustose.
Le prime sono dei CORNETTI AI GAMBERI liberamente tratte da una ricetta di Anna Moroni, la simpatica cuoca della Prova del Cuoco, anche lei umbra ;)

INGREDIENTI:

- pasta sfoglia
- code di gamebro sgusciati
- pepe
- uovo

Tagliate a triangoli la pasta sfoglia (la grandezza deve essere proporzionale alla coda di gambero) spennelate l'interno con dell'uovo e poi mettete la coda di ganbero nell'estremità più larga del triangolo, avvolgete fino a formare un cornetto. Spennelate di nuovo il sopra del cornetto con dell'uovo e aggiungete una spolverata di pepe, io non ne avevo in casa, ma potete sostituire il pepe anche con dei semi di sesamo.
Mettete in forno (non ventilato, la pasta sfoglia va sempre cotta a forno statico sopra /sotto) a 180/200 °C per 15/20 minuti e comunque fino a quando non risultano dorati, fate attenzione che non si cuociano troppo sotto.

Gli altri cornetti invece sono una mia invenzione ed eccoli qui CORNETTI ALLA ROBIOLA E PROSCIUTTO CRUDO

INGREDIENTI:

- pasta sfoglia
- robiola
- prosciutto crudo
- uovo

Ritagliate la sfoglia a triangoli con lo stesso procedimento descritto sopra.
Spalmate della robiola sulla sfoglia e mettete una fettina di prosciutto crudo e avvolgete fino a formare un cornetto.
Spennelate con dell'uovo e mettete in forno.

Questi cornetti vanno serviti caldi o tiepidi e sono ottimi per i vostri aperitivi con gli amici, semplici e veloci da realizzare, potete anche prepararli prima e tenerli in frigo fino a quando non verranno cotti e vi assicuro che avranno un grande successo!!!

Da sommelier, visto che si sta parlando di aperitivo vorrei spendere due parole sul vino da abbinare...senza ombra di dubbio un buon Franciacorta DOCG, un vino spumante bianco brut (secco) composta dal taglio di tre vitigni esclusivamente Chardonnay e/o Pinot bianco e/o Pinot nero. Un ottimo spumante italiano che nulla ha da invidiare allo Champagne francese. Io sono un'amante dei nostri vini spumante, Al Nord Italia abbiamo un ampio territorio ricco di tradizioni che riesce a dare vini unici al gusto all'olfatto e per il perlage.

Non mi resta che dirvi...CIN CIN!!! ;)

2 commenti:

CONTORNI

"La Bandiera Umbra"

martedì, dicembre 01, 2009 Romina Sannipoli 1 Comments




Ciao a tutti!!!
Eccomi qui dopo un week-end passato in famiglia e dopo aver passato ieri e questa mattina a pulire, pulire e pulire...
Mi spiegate come è possibile che la casa rimane chiusa per 3 giorni e quando torni la trovi piena di polvere? alla fine credo che esistano dei folletti per nulla simpatici che abitano la casetta quando io e il mio amore ce ne andiamo via per il week-end...bhè di sicuro questi folletti per lasciare la casa così sporca non sono poi certo dei tipi puliti e ordinati!!! ;)
Oggi, ispirata dal week-end appena trascorso e soprattutto dal fatto che avevo praticamente un orto in frigo, ho cucinato un contorno tipico umbro ovvero la BANDIERA, la quale altro non è che la peperonata formata da peperoni verdi, cipolla bianca e pomodoro (proprio per questo chiamata bandiera), ma a casa mia l'abbiamo sempre cucinata usando oltre ai peperoni altri ortaggi e diciamo che asssume più colori ma va bene lo stesso perchè il risultato risulta essere ottimo e poi è simile alla ratatouille francese, e possiamo noi contraddire i francesi???!!! anche sì!!!! :)

INGREDIENTI: (x 2 persone)

- 1 peperone (verde/rosso)
- 1 melanzana
- 1/2 zucchina
- 1/2 cipolla bianca
- 2 patate
- passata di pomodoro
- basilico

Fate cuocere in un pò di acqua la cipolla finemente tagliata a listarelle, aggiungete poi le verdure tagliate a listarelle di medie dimensioni e un pò di sale.Fate stufare aggiungendo se occorre un pò di acqua. A cottura quasi ultimata aggiungete 3/4 cucchiai di passata di pomodoro aggiustate di sale e pepe e un pò di basilico tritato.
Come avrete notato io non uso fare soffritti, lo so che rendono il piatto più saporito, ma preferisco cucinare leggero, e poi se avete la fortuna come me di avere dell'olio extravergine di oliva "buono" ovvero raccolto da vostro padre e macinato in un frantoio di fiducia allora mettete sempre l'olio a crudo, il gusto che darete al piatto sarà semplicemente unico e inconfondibile. ;)

Invece che con del pane ho accompagnato la Bandiera con della Torta al testo che altro non è che una focaccia salata a base di farina, acqua sale e lievito cotta sul "testo" tipico umbro.

Buon appetito!!!

1 commenti: